mercoledì 30 dicembre 2009

Si accettano scommesse per il 2010

George Clooney ed Elisabetta Canalis si sposeranno? Quale film vincerà l'Oscar? Chi sarà il primo vip arrestato per droga? Gli utenti di Facebook raggiungeranno il miliardo? Scopri le previsioni più hot su cui puntare l'anno prossimo.

Dagli Oscar alla coppia Clooney-Canalis, da Madonna a Facebook, il mondo delle scommesse è già in fibrillazione per il 2010. Anche se le nomination sono ancora da stabilire e la Notte degli Oscar è ancora molto lontana, sono infatti gia' aperte le scommesse su quale pellicola vincera' il premio di miglior film. I principali candidati, riporta il sito specializzato in scommesse Agipronews, sono The Hurt Locker, di Kathryn Bigelow, e Tra le nuvole, diretto da Jason Reitman, entrambi favoriti a quota 2,25, mentre il ritorno da re agli OScar per James Cameron, regista e produttore di Avatar, è offerto a 4,00.

Ma è soprattutto la vita sentimentale dei vip a finire sulle lavagne dei bookie, che scommettono gia' sui gossip del 2010. Si gioca sulla prima coppia famosa a sposarsi, sulla prima rottura e sul primo annuncio di gravidanza. Si punta su Madonna e Jesus Luz: per loro i primi fiori d'arancio del 2010 si giocano a 6 volte la scommessa, mentre per il matrimonio reale fra il Principe William e Kate Middleton la quota sale a 10,00.

A finire sulle lavagne dei bookie d'oltremanica, anche la chiacchierata love story fra George Clooney ed Elisabetta Canalis: come riferisce Agipronews, il matrimonio entro la fine del prossimo anno si gioca a quota 8,00. A rischio, invece, la relazione del Principe Harry con Chelsy Davy: la rottura nel 2010 e' in tabellone a 5,00. Al capitolo gravidanze la coppia piu' gettonata e' quella formata da Ashley e Cheryl Cole: se per loro il primo lieto annuncio del 2010 è offerto a 2,20, un altro bebé per Angelina Jolie e Brad Pitt si gioca a 7,00.

Protagonista anche il mondo della musica: Pete Doherty sarebbe in testa alle scommesse sul primo vip arrestato per droga nel 2010. Ma la curiosita' dei bookie si riversa anche sul nome del nuovo progetto di Liam Gallagher, che dopo il turbolento litigio col fratello Noel, e' pronto a buttarsi di nuovo nel mondo della musica. La prima ipotesi e' per una band omonima: i Gallagher si giocano a 6 volte la scommessa.

Infine, molto interesse per il fenomeno Facebook: i bookie esteri scommettono infatti sulla data del traguardo del miliardo di utenti che, riferisce Agipronews, potrebbe essere il 2013, offerto a 3,00

[fonte: sky.it]

domenica 27 dicembre 2009

E' Maiolo-mania: la spintonatrice papale conquista Facebook

Su Facebook sbarcano ogni giorno nuovi gruppi dedicati al gesto di Susanna Maiolo, la donna che ha spintonato Papa Ratzinger facendolo cadere durante la messa di Natale in San Pietro. "Susanna Maiolo Fans Club", "Susanna Maiolo VS Pape", "W Susanna Maiolo", "Susanna Maiolo: SANTA SUBITO!" sono solo alcuni dei gruppi. In risposta "NO a SUSANNA MAIOLO! VERGOGNATI PAZZA SQUILIBRATA!", "Susanna Maiolo ti devi solo VERGOGNARE", "Susanna Maiolo, il tuo posto è il manicomio".

mercoledì 23 dicembre 2009

Roger Federer, auguri via Facebook

Roger Federer, con le 2 bimbe Charlene e Myla e la moglie Mirka, ha fatto gli auguri tramite Facebook a tutti i suoi numerosi fan pubblicando questo bellissimo quadretto familiare ed aggiungendo:
"Many friends and fans have asked for an updated picture of our girls so we thought we'd post this picture for the holiday season. Our entire family wishes you a safe and happy 2010!"
Auguri per un Felice 2010 anche da parte nostra.

martedì 22 dicembre 2009

I 10 eventi più importanti del decennio sul web

Internet candidato al Nobel per la Pace? Non è un'idea del tutto strampalata, dato che la rete, il web, è uno strumento democratico per eccellenza e riesce a dare voce alla gente bypassando i vecchi sistemi. Nell'ultimo decennio ha conosciuto un vero e proprio boom, ecco il senso di premiare gli eventi più importanti che hanno cambiato il mondo... Ma vediamoli nel dettaglio:

1. CraigList - un sito di annunci gratuiti nato a S. Francisco e letteralmente esploso fuori dai propri confini già nel 2000

2. Google AdWords/AdSense - ritenuto universalmente il miglior strumento per la pubblicità sul web

3. Wikipedia – è la più grande enciclopedia del globo, libera e costantemente aggiornata, conta oggi quasi 15 milioni di voci ed è tradotta in 271 lingue

4. Napster – chiuso dal 2001, è il peer 2 peer precursore dei vari eMule, torrent, eDonkey, etc...

5. Google – dominatore delle ricerche via internet e quotato in borsa dal 2004, risulta una delle aziende più influenti del decennio

6. Video Online – oggi le piattaforme che trasmettono video sono molto comuni, basti pensare a YouTube ed alle sue innumerevoli imitazioni, anche porno

7. The Facebook – non appena esce dalle mura dei college americani nel 2006 riesce a rivoluzionare la rete ed il modo di comunicare. Twitter e gli altri social network si diffondono e cambiano le relazioni sociali

8. Apple iPhone – lo smartphone debutta nel 2007 e diventa subito uno dei cellulari più amati ed ambiti nel mondo della telefonia

9. Barack Obama e la campagna per le elezioni – ha dimostrato come Internet sia fondamentale per la propaganda politica

10. Le denunce alle elezioni in Iran – nel 2009 l'unico modo di far emergere i brogli e le violenze ed organizzare manifestazioni sulle elezioni in Iran fu il social network Twitter

lunedì 21 dicembre 2009

Guerra con le palle di neve a Washington, ma attenzione al poliziotto

Il freddo polare che ha investito buona parte dell'emisfero nord in questi giorni bloccando ovunque i trasporti ha permesso l'organizzazione di un flash mob via Facebook e Twitter per una grande battaglia con le palle di neve. Oltre 200 tra ragazzi e ragazze si sono ritrovate sabato a Washington per dar vita ad una "Nessuna guerra - solo guerra con le palle di neve" che poteva degenerare: a farne le spese un poliziotto in borghese che si è casualmente ritrovato nel bel mezzo dell'evento col suo Suv. Colpito ripetutamente da palle provenienti da ogni dove, l'uomo, fuori servizio, non ha esitato un attimo ed ha estratto la pistola. Inutile dire che si è scatenato il finimondo in pochi minuti, e l'autore del gesto è finito sotto inchiesta ed è stato sospeso. Su YouTube è possibile vedere il video amatoriale di quello che è realmente successo, visto che le forze dell'ordine di Washington hanno negato che il poliziotto avesse estratto l'arma.

mercoledì 16 dicembre 2009

DST investe su Zynga e sui social games

Digital Sky Technologies (DST), gruppo dell'est europa specializzato in investimenti web, ha annunciato l'acquisizione di una quota azionaria pari a circa 180 milioni di dollari della società Zynga, specializzata in web games: Zynga conta al momento oltre 230 milioni di utenti giocatori attivi al mese, ed i giochi sviluppati per Facebook, MySpace, Bebo, FriendSter, Yahoo e per Apple iPhone, comprendono FarmVille, Café World, Zynga Poker, Mafia Wars, YoVille, FishVille e il titolo annunciato di recente PetVille, che è al momento il gioco sociale in più rapida crescita online: vista l'importanza strategica del settore giochi online, si prevede un futuro roseo per i conti di entrambe le società!

lunedì 14 dicembre 2009

Le foto private di Zuckerber finiscono online visibili a tutti

Zuckerberg vittima di Facebook, la sua creatura. L'amministratore delegato e fondatore del social network è stato protagonista di un episodio che sembra un inconveniente, ma potrebbe essere anche un'operazione di marketing. Le foto private di Zuckerberg sono state infatti rese pubbliche sulle pagine di Facebook. Il tutto è accaduto per un periodo limitato di tempo. Ma ciò è bastato perchè le foto arrivassero all'attenzione di tantissime persone. Proprio in questi giorni Facebook sta modificando le impostazioni sulla privacy degli utenti. Ma questo periodo di intermezzo tra una fase e l'altra ha lasciato Zuckerberg di stucco.

Online sono finite le immagini con la fidanzata, con l'orsacchiotto e altri momenti di vita quotidiana. Ad ogni modo Zuckerberg ha tenuto a ridimensionare la portata del tutto. "Per chi se lo sta chiedendo, ho fatto in modo che le mie foto fossero accessibili a tutti, cosicché possiate vederle. Altre informazioni rimangono private, ma non vedo la necessità di limitare la visibilità delle immagini e delle fotografie con i miei amici, la mia famiglia o il mio orsacchiotto", ha dichiarato il fondatore di Facebook.

La circostanza che non convince molti è relativa al fatto che le foto in questione dopo un po' sono nuovamente scomparse. E rimane il dubbio: marketing o inconveniente? "Sarà il risultato della debacle del sito, che sta facendo disastri con la privacy delle persone, o il tentativo di Zuckerberg di risollevare la sua immagine personale e del sito?" si chiede anche il blog Ryan Tate at Gawker.

[fonte: magazine.ciaopeople.com/Cellulari_Web-10/Facebook-1000021/Zuckerberg%3A_su_Facebook_le_foto_private_finiscono_on_line-16866]

mercoledì 9 dicembre 2009

Facebook home page, i cambiamenti

Poco più di un mese fa i cambiamenti alla home page di Facebook hanno introdotto le modalità News Feed e Live Feed. Molti utenti si domandano dell'effettiva utilità di queste nuove feature, ecco le differenze tra le due:
  1. News Feed propone, una volta effettuato il login a Facebook, tutte le notizie più importanti ed interessanti delle ultime 24 ore della vostra rete di amici: un algoritmo apposito filtra in base al numero di "mi piace" ricevuti nonchè all'importanza della fonte rispetto alle vostre interazioni con tale fonte.

  2. Live Feed consente, al contrario, di vedere in tempo reale cosa succede nella rete dei vostri contatti, ossia cambi di stato, accettazione di nuove amicizie, aggiornamenti sulle relazioni sentimentali, adesioni a gruppi e a profili pubblici, partecipazione ad eventi e chi più ne ha più ne metta.

venerdì 4 dicembre 2009

Dopo FarmVille ecco PetVille, Zynga ci riprova

Stanchi di coltivare il proprio orticello virtuale con FarmVille? Dopo il passaggio dalla piattaforma Facebook al .com, Zynga ci riprova lanciando il nuovo gioco PetVille, in cui i giocatori dovranno allevare e prendersi cura dei propri animali virtuali. Il gioco, del tutto simile come impostazione ed interfaccia al gettonatissimo FarmVille, per ora conta pochi giocatori, ma considerando i precedenti non ci stupiremmo troppo se raggiungesse il milione di utenti in tutto il mondo. Il gioco potete provarlo dopo il login a Facebook inserendo nella barra degli indirizzi del vostro browser questo link: http://www.facebook.com/apps/application.php?id=163576248142

lunedì 30 novembre 2009

Trovare la password di Facebook

Hai mai desiderato conoscere le password dei tuoi amici su Facebook? O vedere i profili privati su Facebook? Basta passare le notti insonni se il tuo ragazzo o la tua ragazza ti sta prendendo in giro: è possibile sbloccare i profili privati in modo facile e veloce con il nostro metodo di hacking soddisfatti o rimborsati...

Keyword: Hack Password Facebook, Come trovare la Password di Facebook, Programmi per scoprire la password di Facebook, Free Software password Facebook Hack.

Link di download: http://www.???.net (
WARNING: THE SOFTWARE IS PURELY FOR EDUCATIONAL PURPOSE ONLY)

Prezzo: a partire da 199 dollari per la password di 1 indirizzo email, funzionante con Facebook, MySpace, Badoo, etc... Ordine minimo 249 dollari, fai click sul link per scaricare la versione Free Trial e solo per oggi, da 599 dollari, venduta a 249 dollari la versione Professional! Guarda il filmato su YouTube per come utilizzare questo software free, attenzione, con questo metodo è possibile hackerare 1 sola password di Facebook, o 1 password di Yahoo/Hotmail/Gmail o 1 password di MySpace. Per scoprire un numero illimitato di password di Facebook è necessario l'upgrade alla versione Pro - 249 dollari!



Ragazzi, se pensate che questo sia il metodo funzionante per trovare la password di login a Facebook... vi sbagliate di grosso! Siti come quello di sopra rubano i vostri soldi e non vi permetteranno mai di ottenere alcuna password. Non bisogna mai per nessun motivo credere a quello che scrivono, chiunque scriva che è capace di risalire alla vostra password previo pagamento in denaro vi sta truffando. Senza contare che è reato, e punibile con la reclusione. Quindi state con gli occhi bene aperti!

mercoledì 25 novembre 2009

Rubrica problemi di Login: scoprire la password tramite cookie

In redazione è giunta una richiesta un pò particolare: l'utente non ricorda i dati di login: è possibile leggere/scoprire la password dai cookie che Internet Explorer, Firefox o Chrome salvano su disco? E dove vengono salvati i cookie?
In Mozilla Firefox i cookies vengono salvati sulla cartella del profilo ma in maniera criptata, se volete recuperare la password basterà andare in Menu Strumenti (oppure Modifica) / Opzioni / Privacy / Sicurezza / Password Salvate e mostrarle.
Microsoft Internet Explorer, al contrario, non permette di visualizzare le password salvate durante la navigazione, bisognerà quindi procurarsi un programma esterno (consiglio Internet Explorer PassView reperibile all'indirizzo http://www.nirsoft.net/utils/internet_explorer_password.html).
Se siete tra quelli che utilizzano Google Chrome e dovete scoprire le password di login ai vari social network ed a Facebook la procedura da seguire è la seguente: andate nelle Opzioni / Piccoli Ritocchi / Mostra password salvate.

lunedì 23 novembre 2009

Civilization su Facebook

Civilization, il gioco creato da Sid Meier per Microprose nel lontano 1991, sbarca su Facebook con una versione appositamente sviluppata e pronta nel 2010 basata, a quanto si rumoreggia, su Civilization Revolution rivisto e semplificato. Sul social network in blu si cercano beta tester (potete dare uno sguardo sulla fan page a questo indirizzo http://www.facebook.com/home.php#/civnetwork): l'ennesima dimostrazione della flessibilità di Facebook nonchè dell'interesse che tutte le grandi aziende stanno mostrando nei confronti del network.

Come scoprire chi ti ha bloccato e cancellato da Facebook

Ecco 2 semplici applicazioni che permettono di vedere chi ti ha cancellato e bloccato dalla lista degli amici sul social network Facebook. Se utilizzavate X-Friend fino a qualche tempo fa, sappiate che il servizio è stato chiuso definitivamente, ma oggi possiamo usare direttamente Mozilla Firefox, il browser, con il plugin GreaseMonkey e scaricare il componente aggiuntivo Facebook Friends Checker a questo indirizzo: https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/748. Dopo l'installazione lo script si preoccuperà ad intervalli regolari di tempo di verificare se ci siano cambiamenti nei profili dei vostri contatti su Facebook e precisamente se prima eravamo nella lista degli amici di ogni contatto o meno e ci avviserà del cambiamento.
Il secondo metodo che funziona sempre anche senza fare prima il Login per sapere se un utente ci ha bloccati su Facebook (ma vale anche per Msn Messenger, Badoo e gli altri social network) consiste nel... chiederglielo!!! ;)

venerdì 20 novembre 2009

Google Chrome OS Download, ecco il link dove scaricarlo gratis

L'attesissimo sistema operativo di Google è finalmente uscito per i test. Se volete scaricare Chrome OS (Chromium) Beta release 0.44 dalla rete senza fare danni, procuratevi uno dei due software di virtualizzazione VMWare Player o VirtualBox e fate il download delle immagini virtuali a questo indirizzo. Il download richiede di creare una utenza (basta una email da utilizzare per il login e scegliere una password), quindi basterà creare una nuova Virtual Machine assegnando come disco primario l'immagine scaricata. L'avvio è davvero rapido (Google dichiara 7 secondi + 3 per completare il login) e l'interfaccia è tutta in stile Chrome, ma la mancanza di "vere" applicazioni offline potrebbe deludere molti e decretarne il fallimento a breve termine.

giovedì 19 novembre 2009

Il firmware 3.10 della PS3 finalmente online

E' finalmente disponibile per il download il firmware 3.10 per la Sony PlayStation 3. L'aggiornamento introduce, tra le varie piccole modifiche, la possibilità di effettuare il login a Facebook e modificare il proprio status e le informazioni personali (per maggiori informazioni leggi il post sul Facebook Login con la PS3). L'integrazione con il social network in blu è seguita a quella della concorrente Microsoft XBox360. Da notare che l'integrazione con Facebook è del tutto facoltativa!

mercoledì 18 novembre 2009

Facebook Login falso per rubare la password di Facebook

Utenti di Facebook allerta! Online c'è un clone del famoso social network appositamente creato per rubare le credenziali di accesso agli utenti poco attenti.

A metterci in guardia da questa nuova insidia sono i laboratori di sicurezza informatica di “Panda Security”. Il link al sito finto sito è stato diffuso attraverso la posta elettronica e fatto salire nei motori di ricerca mediante tecniche di BlackHat. Il consiglio per prevenire brutte sorprese rimane quello di non rispondere o aprire link di email insolite.

Fate anche attenzione che, quando state facendo il login, l'URL sia quello effettivo di Facebook. Questi siti infatti utilizzano indirizzi simili all’originale (com'è possibile vedere in foto)...

[fonte: wintricks.it]

martedì 17 novembre 2009

Facebook Login con la PS3

Sony ha annunciato che sarà possibile a breve effettuare il login a Facebook e restare connessi con i propri amici sul social network più famoso del mondo dalla PlayStation 3 semplicemente aggiornando il firmware alla versione 3.10.
La data di rilascio non è stata ancora comunicata ufficialmente dal gigante del sol levante ma ecco una lista delle modifiche che saranno apportate alla PS3 con il nuovo firmware:
- aggiornamento del proprio status per acquisti dal PS Store o quando si ottiene un Trofeo
- modifiche alla lista di amici di PS Network, con grafica più semplice e funzionale
- sarà possibile modificare il colore del proprio ID sulla XMB
- modifiche alla gestione delle proprie foto su XMB in modo da renderle più utilizzabili

martedì 10 novembre 2009

Gruppi sotto attacco su Facebook

Un gruppo chiamato Control Your Info sta letteralmente prendendo il controllo di tutti i gruppi su Facebook abbandonati dagli propri amministratori: l'idea è stata quella di sfruttare il fatto che il social network in blu permette a chiunque, una volta che l'amministratore del gruppo lascia il proprio incarico, di iscriversi e di registrarsi come amministratore del gruppo in questione: in questo modo centinaia di gruppi hanno ora cambiato padrone ed il fenomeno è destinato a crescere, visto che Facebook ha concepito i gruppi proprio seguendo questa filosofia. Vedremo come il network si evolverà per evitare in futuro il dilagare di fenomeni di questo tipo.

lunedì 9 novembre 2009

Su Facebook arriva il gioco gratis FishVille

La società Zynga, già creatrice del celebre FarmVille che conta ad oggi oltre 11 milioni di utenti giornalieri, lancia su Facebook il nuovo gioco gratuis FishVille: come si intuisce dal nome, cambieranno ambientazioni e personaggi. Questa volta appenderemo al chiodo le nostre piantagioni di frutta e verdura per dedicarci al nostro acquario. Inizieremo prendendoci cura di un unico pesce, e man mano che dimostreremo di essere buoni allevatori, guadagnando punti potremo comprarne altri (o venderli!) ed arricchire l'acquario con piante ed altri oggetti specifici da acquarista. Il gioco in versione beta (ma funzionante) è disponibile per il download su Facebook. Se vi era piaciuto FarmVille, provatelo aprendo questo link.

venerdì 6 novembre 2009

Spore Island su Facebook gratis

Electronic Arts, gigante dei videogames per PC e console, stupisce tutti con il lancio di Spore Island, una applicazione sviluppata per il social network Facebook.
Il gioco, gratuito, è caratterizzato da uno stile grafico cartoonesco e coloratissimo, tutto in 2D (scordatevi i fasti della grafica 3D) e che fa ampio uso della propria rete di contatti sul social network: saranno proprio gli amici a condizionare il gioco! Nel gioco potremo scegliere l'isola dove fare evolvere le nostre strane creature (accumulando punti di DNA, disponibili eventualmente a pagamento) e fargli conquistare i territori degli altri giocatori su Facebook. Il gioco è divertente, quindi effettuate il login e scaricatelo da qui: consigliato!

giovedì 5 novembre 2009

Un cimitero su Facebook

Il social network in blu non fa distinzione tra utenti vivi o morti: nascono così i primi account Facebook commemorativi nei quali viene celebrata la memoria del caro estinto. Fino a poco tempo fa la morte di un utente iscritto causava un semplice congelamento del suo profilo che però restava attivo a tutti gli effetti. Adesso invece è possibile per gli amici del defunto richiedere il blocco dell'account (basta dimostrare di essere amici stretti e, ovviamente, che l'utente in questione sia morto davvero) in modo tale che sarà impossibile fare Facebook login con nome utente e password del caro estinto. La bacheca in questo modo diventerà un vero e proprio cimitero virtuale nel quale gli utenti di passaggio potranno leggere messaggi o lasciare commenti.

domenica 1 novembre 2009

Facebook Login bloccato in ufficio e azienda

Gran parte delle aziende che mettono a disposizione la connessione ad Internet bloccano l'accesso a Facebook e agli altri siti di social networking come MySpace, Badoo e Netlog. Se ricadete nella schiera di utenti ai quali viene impedito il login a Facebook, potete provare il seguente servizio offerto in modo gratuito con il quale spesso si riesce a bypassare facilmente i controlli aziendali. Il sito in questione è www.facebookproxyserver.com e, come recita la pagina principale, promette l'accesso senza restrizioni per il Facebook Login mantenendo il più completo anonimato: per quanto mi riguarda il server proxy utilizzato funziona in 3 casi su 4, in un caso veniva ancora bloccato dalle policy aziendali. Provatelo anche voi e lasciate un commento.

lunedì 26 ottobre 2009

Login a Facebook, problemi

Facebook è oggi forse il sito sociale preferito del web 2.0 con un numero di utenze prossimo ai 300 milioni in tutt il mondo. Problemi di login Facebook sono normali come quelli su un qualunque altro sito web. Questo non significa semplicemente che il nome utente o la password di login siano irrecuperabili, ma anche e soprattutto problemi di phishing. Facebook accettato l'offerta di accesso è acquistabile direttamente nella homepage di Facebook. Vi gli utenti eseguono crapper o di un indice nel loro account di Facebook. Un'offerta Facebook ambulatoriale è acquistabile come sostanzialmente come un sito web Facebook fatless. Il passato per gli utenti ambulatoriale, il secondo per utenti con connessioni cyberspazio andante.

Un dimenticato la tua unificazione contrassegno è acquistabile in tutte le pagine trio in casa il contrassegno può non essere ricordato in modo corretto. Il nome utente login Facebook è comunemente il telecommunicate venire che è stata utilizzata nella registrazione Facebook. Utenti di Facebook intendono di login in Facebook comprese le password irrecuperabili o minacce di phishing dovrebbe ingerire un allenatore controfirmare lo stesso ultimo step, acquisibili per Firefox, Internet Explorer e Google Chrome, per il loro login Facebook. Questo trainer ricordano il nome utente e la password di Facebook, il modulo automatico per modificarli nelle campi della homepage di Facebook e modificare l'azione del login Facebook automaticamente.

[chiaro no?]

giovedì 22 ottobre 2009

Uccidiamo Berlusconi, il gruppo delle polemiche è sotto indagine

La procura di Roma ha aperto un fascicolo sul gruppo di Facebook “Uccidiamo Berlusconi” con l’ipotesi di reato di minacce gravi. E intanto sul popolare social network vengono scoperti altri gruppi dai nomi preoccupanti: “Uccidiamo a badilate (o con lapidazione) Silvio Berlusconi”, “Uccidiamo tutti quelli che vogliono uccidere Berlusconi” e “Uccidiamo il Partito Democratico e i suoi affini”. C'è poi chi è contro questo tipo di gruppi e si riunisce sotto sigle come “Contro chi uccide su Facebook!” e “Quelli che sono infastiditi dai gruppi che vogliono uccidere qualcuno”.

La polizia postale non può comunque facilmente oscurare la pagina finita sotto accusa. La chiusura in tempi brevi comporterebbe la perdita di tutti i dati utili a risalire agli utenti che l’hanno creata e alimentata. Per evitare questo inconveniente bisognerebbe quindi agire tramite rogatoria internazionale perché i server si trovano fisicamente in California.

Resta il fatto che il gruppo “Uccidiamo Berlusconi” esisteva dal settembre del 2008 e pare aver sollevato un polverone solo dopo un articolo pubblicato su Il Giornale. Il nome del gruppo sembra sia stato determinato dal film “Shooting Silvio”.

Il mondo politico sembra comunque trasversalmente d’accordo nel condannare l’esistenza del gruppo su Facebook. L’opposizione tiene però a sottolineare che non va applicata una censura assoluta sul web e che certe pagine sono più a contenuto demenziale (e non per questo non condannabile) che politico.

[fonte: ilsussidiario.net]

martedì 6 ottobre 2009

Facebook Login: guida alla registrazione

Il social network più in voga del momento ha raggiunto la ragguardevole soglia dei 300 milioni di iscritti, ma anche se la sua crescita sembra inarrestabile ed i media non fanno altro che parlarne, qui alla redazione di Facebook Italia arrivano spesso email che chiedono come iscriversi e fare login sul social network in blu.

La prima cosa da fare è registrarsi su www.facebook.com: l'operazione è semplice e soprattutto gratis, e prevede la compilazione di una breve scheda con i propri dati personali.

Bisognerà fornire (possibilmente reali):
  1. il vostro nome e cognome
  2. un indirizzo valido di posta elettronica
  3. la vostra password di login
  4. il sesso (non quanto ne fate, solo M o F)
  5. e la vostra data di nascita.

Completata questa fase
, dopo aver digitato correttamente le lettere che compaiono nell'immagine che viene presentata (per evitare gli script automatici degli hacker) sarà possibile fare click sul pulsante Iscriviti. In questo modo sarà inviata all'indirizzo email indicato una conferma contenente il link da clickare per abilitare l'account.

Da questo momento siete abilitati a fare login su Facebook... Benvenuti!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

domenica 4 ottobre 2009

Facebook Italia, attenti ai falsi

Un nuovo sessantotto è scoppiato in rete, dopo anni in cui sembrava che su Internet avessimo già visto tutto : quotidiani e portali on line, video, aste virtuali, chat, ecco arrivare Facebook, il social network democratico che sta sconvolgendo la vita di milioni di persone: tanti sono gli iscritti che hanno la possibilità di pubblicare su internet tutte le informazioni personali che desiderano.

Il sistema basa la sua forza sulla semplicità d’uso e l’interattività. In Italia già molti personaggi famosi hanno intuito le enormi potenzialità di questo mezzo: Luca Barbareschi, Giorgio Faletti, Daniele Piombi e Francesca Chillemi, giornalisti come Luca Telese e Enrico Cisnetto e perfino politici come Walter Veltroni, Daniele Capezzone, Luca Zingaretti ed Enrico Letta, per citarne alcuni.

Crescono quindi senza sosta i contatti su Facebook che è ormai diventato un vero e proprio fenomeno di costume che catalizza l’attenzione dei giornali, diventa uno spunto di discussione in televisione e fra la gente, permette di ‘intercettare’ e farsi accettare tra i contatti di Vip, gente comune, politici … perfino il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi … ma saranno poi veramente loro?

Certo che no … negli States Barak Obama e McCain hanno interi staff che curano le loro pagine ed i loro contatti su Facebook. In Italia invece i grossi nomi, tranne veramente qualcuno, hanno pagine e contatti che non sono gestiti dai rispettivi intestatari … nemmeno su delega!
Il fenomeno si chiama Fake (ndr: letteralmente “falso”) ed è così diffuso su Facebook tanto da spingere qualcuno a soprannominarlo scherzosamente “Fakebook”.

“Per un utente avvezzo ai social network, - dice Carmelo Cutuli, Presidente di TecnologiaITALIA ed uno dei primissimi socialnetworkers in Italia - normalmente non è difficile capire se si tratta di un fake o si è in contatto diretto con un personaggio. Chiunque capirebbe da solo che risulta un po’ difficile ritrovarsi tra ‘gli amici’ di un personaggio, peraltro indaffaratissimo, come Silvio Berlusconi o Hillary Clinton, sebbene sappiamo che anche Bill Gates possiede un proprio esclusivissimo account su Facebook”.
“Secondo una ricerca di CloudMark , una ’security firm’ americana - prosegue Cutuli - i fake si nasconderebbero, tra gli utenti statunitensi, in una percentuale che va addirittura dal 20 al 40% delle ultime registrazioni ed il fenomeno si sta diffondendo anche in Italia”.
Certo è che i social network ed in particolare Facebook, Linkedin e Myspace, che molti si ostinano ancora a considerare una moda passeggera, rappresentano invece una vera e propria rivoluzione che sta modificando l’approccio degli utenti nei confronti di internet, rendendolo sempre più un sistema di comunicazione e di interazione tra i gruppi sociali.
Non una moda, quindi, bensì una killer application che, come il cellulare, gli sms e le e-mail, sta cambiando la nostra vita quotidiana, diventando sempre più uno strumento di lavoro, di socialità e di comunicazione e di conseguenza possibile preda di spammers, virus e fake.

[fonte: tgcom.it]

venerdì 2 ottobre 2009

Login Facebook

Ottimizzare il proprio blog per comparire più in alto nelle ricerche su Google: ecco spiegato il titolo di questo post, Login Facebook, del tutto simile al titolo del Blog Facebook Login... Da alcuni giorni sto studiando come sfruttare al meglio gli strumenti messi a disposizione dal gigante di Mountain View per individuare delle keywords molto cercate e poco competitive. In particolare mi riferisco all'accoppiata Google Trends / Google Insights for search.
Il primo serve sostanzialmente a valutare il potenziale traffico di una serie di parole, il secondo invece restituisce consigli sulle migliori combinazioni di parole chiave e frasi. Con un pò di fortuna (a destra nella foto, una ragazza davvero fortunata) riuscirò ad ottimizzare Facebook Login tanto da raggiungere la prima pagina: incrociate le dita!

Easter Egg su Facebook: ecco gli effetti speciali!

Anche Facebook si da agli Easter Egg, le "sorprese nell'uovo" diffussime soprattutto nei videogame per consolle e pc. Di cosa stiamo parlando? I programmatori di videogiochi, o di social network nel caso di Facebook, inseriscono dei piccoli effetti grafici o altre sorprese dopo che un utente ha digitato una certa combinazioni di tasti.

Nel caso di Facebook basta andare sulla home page, cliccare in un punto qualunque della pagina, premere questi tasti sulla tastiera: Su, Su, Giù, Giù, Sinistra, Destra, Sinistra, Destra, B, A, Invio. Poi fare di nuovo click, in un punto a caso della pagina, col tasto sinistro o col destro, indifferentemente. Per qualche minuto appariranno lampi, flash e riflessi ogni volta che si sposta il mouse o si scrive qualcosa.

La sequenza scelta dai programmatori di Facebook corrisponde al Konami Code, già usato in diversi scherzetti del genere soprattutto sui videogames.

[fonte: excite.it]

[foto: http://www.schinina.it/2009/05/easter-egg-su-facebook/]

lunedì 14 settembre 2009

''Un book per Papi'', al via un casting decisamente irridente

È solo uno scherzo, ma in tanti ci credono. Il "libro" finale diretto a Berlusconi.

Un casting davvero particolare. E non solo perché si svolgeva in un locale di S. Lorenzo, noto quartiere della movida romana, a un’ora insolita, dalle 20 in poi. Ma soprattutto perché l’obiettivo non era l’ingresso nel mondo dello spettacolo, o della musica, ma una poltrona tra i palazzi della politica.
Possibile? Bè, mica esiste solo Noemi. Sono tante le giovani, ma anche i maschietti (evviva la par condicio), che aspirarano ad indossare gli eleganti tailleur ministeriali. E che male c’è ad ammetterlo? In fondo li porta meglio una taglia 42.

Per entrare in politica? Non serve un diploma
I requisiti per partecipare alla selezione, poi, sono alla portata di (quasi) tutti: “Non serve un diploma o una lunga carriera politica, ma solo cortesia, una faccia pulita, una piacevole presenza e, perché no, un pò di spirito d'avventura", recita il testo del volantino che per circa due settimane ha invaso i muri della Capitale. Che incoraggia: “Tra elezioni, scandali e rimescolamenti, si aprono nuovi spazi per i volti freschi dello spettacolo italiano…Questo è il momento ideale per entrare nel mondo che conta, dalla porta principale”.

Uno scherzo per riderci su? Mica tanto
L’appuntamento è al Beba Do Samba, dalle 20. “Se sarai uno dei 10 volti nuovi dei palazzi italiani, il tuo book sarà inviato direttamente ai dirigenti addetti alla selezione”, promette l’agenzia di Casting Michael W Colletti.
Sono le 20,30, e noi del Salvagente.it siamo lì. Entrano un paio di ragazzi, eleganti. “Che dobbiamo fare per partecipare”? Li accoglie uno degli organizzatori, imbarazzato. “Ci stiamo preparando per le foto e la prova video…”. Intorno al terzetto facce strane. Poi gli si spiega, con molta delicatezza, che è tutto uno scherzo.
Ebbene sì, il casting è una presa in giro. Ma lo scopo non è far ridere. Lo ha organizzato un gruppo autobattezzatesi Satiriepatici, per far capire che la realtà a volte si confonde con la fantasia, e viceversa.
I loro nomi sono Arnald; Gianpiero Caldarella e Kanjano, due vignettisti di Emme (l’allegato poi chiuso dell’Unità); e due giornalisti dagli pseudonimi fantasiosi, quindi Pseudonimo, e Bradipo Nevrotico.

Quando l’assurdo diventa realtà
È lui, Bradipo, a spiegarci lo scopo dell’iniziativa: “Naturalmente il riferimento è agli ultimi fatti di attualità, Papi, le escort, le veline candidate alle Europee. Siamo rimasti sorpresi da come il Paese reagisse a certe notizie, nella grande sostanza accettando tutto, al massimo ridendoci su”. Però anche voi, che sperate di ottenere con un casting del genere, se non una fragorosa risata, per quanto amara? “È esattamente il contrario. Noi vogliamo far capire alla gente che in una realtà del genere, anche un’iniziativa così assurda e grottesca come la nostra, diventa credibile”.

Le “avvenenti” ragazze che ci hanno creduto
Chi vi ha creduto? “Nella pagina di Facebook, quella che abbiamo creato per il casting, abbiamo avuto in due settimane circa 500 adesioni. E se la maggior parte aveva capito, esprimendoci solidarietà e proponendosi per la carica di ministeri inventati; un centinaio di ragazze ci ha preso sul serio”. Come? “Ci chiedevano informazioni per il book finale, come si dovevano vestire per il casting. Non ce lo aspettavamo davvero, poi tutte vestite così...con quelle foto…”. Quali foto? “Diciamo che erano tutte così avvenenti, provocanti...”.
Diciamo così. Insomma un casting credibile. “Perché dubitare se giornali e tv propongono una realtà non così diversa”?

Il Book finale a Berlusconi e Fede
Nel frattempo è passata un’ora. Sono circa le 21,30 e il locale si riempe. Gente che ride, beve, si fa fotografare e i più coraggiosi affrontano la prova video. “Come hai ottenuto il tuo lavoro”?: chiede l’intervistatore. “Colloquio, un periodo di prova, poi lo stage…”, risponde lei un po’ imbarazzata. “Dai veramente”, incalza lui, “come lo hai ottenuto, sul serio”. Lei sorride, e sta al gioco.
Dopo la malcapitata coppia di ragazzi, infatti, tutti gli altri sapevano di partecipare a uno scherzo, perché, ci spiega il Bradipo, “Dopo che la notizia è stata “svelata” da giornali e web, ormai si sapeva tutto…con qualche eccezione”.
Le foto per il book, però, ci sono veramente, con tanto di fotografo ed attrezzatura professionista. E con tanto di cariche da ricoprire, come per il ministero del Lavoro sicuro, o il ministero A prescindere.
Lo scopo? Il book sarà inviato a Berlusconi in persona, e al direttore di Rete4, Emilio Fede, per la sua capacità di individuare e far girare le foto “giuste”.
Chissà che il ministero della Stagista faccia fortuna. Nel frattempo, giudicate voi...

[fonte: ilsalvagente.it]

mercoledì 9 settembre 2009

Miss Sessa è testimonial ma non viene squalificata

Alla storia delle miss che in barba alle regole del concorso hanno ingaggi, carriere nello spettacolo, agenzie che le rappresentano, foto imbarazzanti, sembra proprio che non si possa mettere un punto.

Ed ecco dunque il nuovo caso che dalla Campania con furore dice "pubblicità, I love you" e che importa se il regolamento del concorso lo vieta, se va bene agli organizzatori... Nell'ultima dichiarazione in merito, le parole di Patrizia Mirigliani erano state: "Ma se una ragazza ha prestato il volto per una pubblicità che non ha risonanza nazionale, che male c'è?". Se quindi la pubblicità va oltre i confini regionali, la trasgressione c'è.
Lei si chiama Mirella Sessa, di nome e di fatto in quanto originaria proprio di Sessa Aurunca, a Caserta. L'aspirante reginetta che concorre con la fascia di Miss Sasch modella domani Campania, viene proprio da uno dei posti più caldi a livello di partecipazione, qui il concorso è davvero molto sentito. Sarà per l'esempio della Sofia Loren, ma sta di fatto che il concorso è meta dei pellegrinaggi di tantissime giovanissime origniarie di queste parti. Solo negli ultimi cinque anni saranno state almeno dieci le giovanissime di Mondragone, Sessa Aurunca e Cellole ad aver raggiunto la parte finale senza riuscire a sfondare. Ora toccherà alla bella Mirella Sessa provarci. Lei che ha dalla sua già una bella dose di visibilità.

Una nuova segnalazione, infatti, ci ha permesso di notare il caso particolare della campana. E' la testimonial di un noto marchio. "Fergi", l'azienda che è nel settore degli accessori, borse, valigie, l'ha voluta proprio per la campagna pubblicitaria del 2009. Ma il caso di Mirella riguarda un doppio conflitto. Innanzi tutto con il concorso, il cui regolamento prevede proprio nell'articolo 8, i requisiti per l'ammissione al concorso: "le concorrenti non devono aver prestato la propria immagine o il proprio nome in campagne pubblicitarie per prodotti o servizi, di qualsiasi specie, svolte o da svolgersi o da proseguirsi a mezzo affissioni, stampa , radiotelevisione, cinema, reti telematiche, nel corso degli anni 2008, 2009, 2010". Invece Mirella è in bella mostra nella campagna che ha pubblicizzato la nuova collezione. Se la campagna pubblicitaria fosse stata circoscritta al solo bacino regionale, non ci sarebbe nessuna trasgressione alle regole. E invece così non è. Lo conferma proprio il sito di Fergi che aveva annunciato che dal 3 luglio scorso, le riviste di gossip e attualità più famose d'Italia avrebbero ospitato la campagna pubblicitaria. Chi, Vero, Visto, Novella 2000, Eva Tremila sono giornali non di certo locali, dove Mirella Sessa è apparsa come testimonial delle borse.

Ma la stranezza del caso coionvolge anche uno degli sponsor del concorso: Segue, marchio che opera nello stesso settore: borse, valigie e accessori e quindi in regime di concorrenza con l'azienda Fergi. Sarebbe abbastanza bizzarro se la concorrente Mirella Sessa venisse eletta Miss Eleganza Segue 2009. E' normale che si creino questi "conflitti d'interessi", questi inghippi, questi incastri nelle aspiranti ai titoli? Reporter Lazio che ci ha segnalato il caso, ha anche inviato una lettera a Segue, chissà nessuno se ne fosse accorto...

A sostenere Mirella c'è una schiera sempre più folta da tutto il suo paese. Si sa che tifo sfegatato da quelle parti sono capaci di fare. E con le nuove tecnologie diventa ancora più efficace. Su Facebook poche ore dopo la notizia della sua selezione è nato un gruppo denominato "Votate Mirella Sessa x Miss Italia 2009", a cui hanno aderito quasi 500 persone in pochissimo tempo. Il gruppo annuncia grande pubblicità per Mirella, in modo da consentirle di giungere almeno tra le prime 20 candidate al titolo. Questo si chiama tifo. E questo non è proibito.

[fonte: repubblica.it]

martedì 8 settembre 2009

L'Italia piange Mike Bongiorno

Colto da infarto nella sua casa del Principato di Monaco ad 85 anni, Mike Bongiorno stava per cominciare l'ennesima nuova avventura. Ecco i saparietti che hanno fatto la storia del piccolo schermo, la vita, le scelte (l'ultima, quella di passare a Sky), amici e nemici. Tutto questo era Michael Nicholas Salvatore "Mike" Bongiorno...

Ecco in questo video una carrellata dei momenti più carini e delle gaffe che ci ha regalato il vero padre della televisione italiana...

Luca Toni: «Quanto mi manca l'Italia...»

L'attaccante del Bayern: «A Monaco sto bene, è una bella città, ma i tedeschi sono freddi»

«Ah!». Proprio «Ah!», intesa come esclamazione di sorpresa. Si può? Chissà, forse, signor Luca Toni, facciamo finta che lei sia uno qualunque, immaginiamolo come il bel giovane della porta accanto: quello che quando torna al paese, lo salutano tutti perché tutti lo conoscono; e le ragazze gli mormorano dietro, perché tutte se lo vorrebbero sposare; e le comari se la ridono perché quello lì - figurati! - sta con una modella vera. Quello, sì, che è dovuto emigrare dal Nord al Sud e poi al contrario fino a su su in Germania. Se si può ce lo dica lei, Luca: si può non parlare dei suoi gol in Italia e nel mondo? Ce lo dica lei se si può parlare d'altro che non sia la sua mano che attorciglia l'aria dietro l'orecchio. «Ah!». Non è facile togliere i pantaloncini e gli scarpini e le coppe e parlare... d'amore per esempio? Ci dica Toni, qual è la cosa più romantica che ha detto la sua "morosa" e viceversa? «E no, queste sono cose personali». E certo! È lì che vogliamo andare, nel personale, del resto conosciamo tutto. «Ah!» Chissà se si può spiarle quegli occhi sbarrati stupiti, arrabbiati, allegri, incantati; chissà se si può attraversare quei suoi due metri scarsi in lungo e in largo per vedere cosa c'è che non sappiamo. Si può? Chissà...

A Pavullo nel Frignano Luca Toni ci è solo nato («Perché lì c’era l’ospedale»), lui è di Stella di Serramazzoni, sulle colline modenesi, una frazione dove la vita è facile. «Ci sono rimasto fino a 16 anni, poi sono andato a giocare a calcio. Si stava bene, avevo un bel rapporto con tutti, ci si conosce tutti».

Testimonial della sua regione, l’Emilia Romagna, Toni ama la sua terra e ha nostalgia di tutta l’Italia. «Più viaggi più ti rendi conto che l'Italia è il Paese più bello del mondo. Infatti appena posso ci vengo, anche per un giorno. Ma tornerò, appena ci saranno i presupposti».

Non ha mai pensato di fare lo stesso mestiere del padre, il pittore edile. «Non ricordo cosa speravo di diventare se non avessi fatto il calciatore, ho cominciato a giocare molto presto. Però non sono capace di pitturare una parete, quando ci ho provato ho fatto più disastri che altro».

Però se si fulmina una lampadina in casa la cambia. «Faccio tutto, ma non so cucinare». Non cucina ma gli piace mangiare. E Marta, la sua fidanzata, è una brava cuoca. Luca Toni vive a Monaco da emigrato di lusso, gioca nel Bayern, esce poco la sera. «È una bella città, molto sicura, gira tanta polizia. Ci sto bene e poi ci sono tanti italiani, circa sessantamila. Dell'Italia infatti mi manca anche la gente, qui in Germania sono più freddi. Io non esco tanto. Al massimo con gli amici andiamo al ristorante. Non amo le discoteche e la birra la bevo solo con la pizza».

Il suo calcio è partito dal... biliardino. «Quando ero ragazzino mi guadagnavo da vivere giocando a biliardino. Facevamo le scommesse e mi pagavo il gelato». Poi suo fratello gli ha spiegato che il calcio vero era da un’altra parte e se l’è portato con sé a giocare a pallone con i suoi amici. Così è iniziato il suo sogno. «Ormai realizzato. Ma quando ho iniziato non pensavo che avrei potuto vivere giocando a pallone o di partire da un paesino del modenese per andare a vincere la Coppa del Mondo!». Paure non ne ha nemmeno quando i gol non arrivano «Finché vengono, bene, quando non verranno più penserò che è importante averli fatti, no?».

Ha 32 anni e prima o poi sposerà Marta Cecchetto e i figli «arriveranno quando sarà il momento». Toni non ama leggere libri, uno al massimo due quelli che ricorda, però legge tanti giornali. Poco Internet («Anche se mi incuriosisce ci perdo poco tempo») e nessun profilo su Facebook o cose simili. Però ha un sito suo. «È un posto dove parlo di me, dove se qualcuno vuole conoscere qualche particolare può venirlo a cercare». Dopo tutto questo tempo in Germania non parla il tedesco, però lo capisce. Sarà forse perché il suo sogno è italiano e in Italia il tedesco non gli serve. «Prima o poi tornerò».

[fonte: corrieredellosport.it]

mercoledì 8 aprile 2009

Facebook, gruppi per le vittime del terremoto

Anche Facebook, il più noto social network su internet si mobilita per le vittime del terremoto in Abruzzo che ha colpito l'Aquila e una trentina di città e paesi circostanti.
Tantissimi i commenti di solidarietà da parte degli utenti di Facebook e in particolare si è costituito il gruppo "Aiutiamo le vittime del terremoto" con 1450 iscritti nel momento in cui scriviamo ma sono destinate a salire.
Il gruppo che trovate a questo indirizzo "nasce per favorire e coordinare gli aiuti alle vittime del terremoto da parte dei membri di Facebook. Chiunque abbia indirizzi utili, numeri di telefono, conti correnti e altre informazioni, può metterle qui a disposizione degli amici abruzzesi, i quali possono segnalarci le situazioni più critiche e consigliarci sul modo migliore per aiutarli."

Inoltre nel gruppo sono aggiornate le informazioni su volontariato, donazione di sangue, donazione di cibo e donazioni di denaro con i conti costituiti da Caritas, Croce Rossa Italiana, Mediafriends, e Misericordie d'Italia.

Altri gruppi costituiti su Facebook sul terremoto d'Abruzzo:

Gruppo per manifestare la vostra solidarietà
Gruppo per la raccolta fondi

[fonte: italia-news.it]

giovedì 2 aprile 2009

La Rete intasata dagli URL troppo lunghi

Sono ormai noti i vari stratagemmi che un web developer può adottare per rendere sempre più funzionale un sito. Sembra però che in questo campo si tenda a ignorare un fattore che in realtà appare addirittura ovvio: la lunghezza degli URL. Un recente articolo su o3 magazine analizza concretamente gli effetti di certe scelte implementative — e i vantaggi della loro ottimizzazione — proponendo alcune soluzioni.

Innanzitutto, si rinfrescano un po' le basi dell'accesso ai siti web: appena un browser visita una pagina, esegue una richiesta HTTP di tipo GET, la quale scarica il file principale eseguendo un'analoga richiesta per ogni oggetto presente (file CSS, script, immagini...). Dato che per ognuna di queste chiamate andrà specificato un indirizzo, più lunghi risulteranno gli URL, più grandi saranno i pacchetti contenenti la richiesta.

Per fare un esempio, mentre o3 magazine ha il file CSS al percorso ottimizzato /c/0.css, diversa è la situazione per TechCrunch, il cui foglio di stile si trova nel sotto-indirizzo /wp-content/themes/techcrunchmu/style.1238108540.css. Si è calcolato che, mentre per richiedere il primo CSS dobbiamo spendere 21 byte nella GET, la seconda richiesta risulta essere di ben 65 byte, ovvero si hanno circa 44 byte in sovrappiù. Considerando che la pagina principale di TechCrunch contiene altri 57 elementi da richiedere, e prendendo 44 come valor medio di byte sprecati, si ha un totale di 2508 byte di troppo, ai quali bisogna aggiungere gli 8008 dovuti ai 182 riferimenti HREF.

Assai peggiore la situazione di Facebook, il quale, eseguendo calcoli analoghi a quelli fatti in precedenza, si vede sprecare l'abnorme quantità di 783 GB in downstream e 469 GB downstream in una sola giornata, per questo futile motivo.

[fonte: programmazione.it]

mercoledì 1 aprile 2009

Cristiano Ronaldo cucca su MSN e Facebook

Bello, ricco, famoso: ad uno così basta uno schiocco di dita per conquistare la preda e riempire il comodo letto di ragazze disponibili e vogliose. Ma anche uno come Cristiano Ronaldo dovrà pure avere una tecnica d’azione, un meccanismo ripetitivo per centrare l’obiettivo. Come diavolo farà a far cadere orde di donne ai suoi piedi?

Semplice. Gli basta girare per i locali di Manchester e dintorni e guardarsi intorno alla ricerca del bersaglio. Il lavoro “sporco” tocca poi al cugino Nuno, mandato a caccia di contatti MSN o Facebook. Nessun approccio diretto, niente scambio di indirizzi o di numeri di cellulare. Basta un nick ed un .com per arrivare diretti alla meta. Volete saperne di più? E allora ascoltate le testimonianze di una fonte al Sunday Star.
Prima lui usava Facebook, dove si faceva chiamare Cristiano Aviero, ma poi ha dovuto cambiare per i tanti messaggi che gli arrivavano e così adesso usa prevalentemente MSN. Arriva in chat e ti scrive: “Ciao, sono Cris, come stai?” e attacca a parlare di un po’ di tutto, dalla sua linea di abbigliamento alla sua famiglia. Non parla molto di calcio, per la verità, perché penso sia molto più interessato alle donne. So benissimo di non essere la sola con la quale chatta e so altrettanto bene che ci saranno centinaia di altre donne nel suo elenco di contatti e alcune sono anche mie amiche.
Non male come tecnica di approccio, non credete? Beh, direi proprio di no, specie se il bel calciatore si mostra piuttosto disponibile all’incontro ravvicinato, convincendo le ragazze in un modo del tutto particolare:

Ronaldo adora chattare con le ragazze in rete e dopo l’allenamento, va a casa, prende il pc e si collega a MSN. Mi invita sempre a casa sua per far festa con lui e i suoi amici e so che fa lo stesso anche con altre donne, perché è costantemente in calore. In genere, mentre sta chattando manda delle foto a caso di lui e della sua famiglia. Non c’è nemmeno bisogno di chiederlo, lo fa di sua iniziativa. E’ indubbiamente un ragazzo carino e ha un bel fisico, ma è anche molto vanitoso e ha una sola cosa in testa.

Capito ragazzi? Oramai le dichiarazioni d’amore sono fuori moda: basta un pc, un nick… e qualche milioncino di sterline in banca. Facile no?


[fonte: starlettime.com]

domenica 15 marzo 2009

Facebook si rinnova, nuova grafica e contenuti

I cambiamenti riguardano come detto la grafica prima di tutto. La home page verrà totalmente ristrutturata, così come le fan page, adesso più simili ai profili. Si potrenno condividere le applicazioni migliori, i video, le foto ed i propri pareri, per un flusso continuo di informazioni.

Altra piccola novità è la rimozione del limite massimo dei 5.000 amici, che stava diventando un grande problema per i profili di artisti famosi e politici.

Queste innovazioni si aggiungono ad una funzione inserita da poco, ovvero l'approvazione per gli stati, i commenti ed i contenuti caricati dagli utenti. Puoi esprimi il tuo grandimento con un click.

Creare un profilo con foto, video ed interessi è adesso molto semplice. Basta fornire alcuni dati ed un indirizzo email valido per iniziare. Fatto questo puoi iniziare a caricare i contenuti, come foto e video e completare la tua descrizione, inserendo interessi, hobby, informazioni sulla tua vita lavorativa e molto altro ancora.

Ovviamente è possibile impostare vari livelli di privacy per evitare di far vedere informazioni riservate a tutti gli iscritti. Una volta creato il profilo, puoi aggiungere nuovi amici oppure iscriverti ai vari gruppi, come ad esempio quello di Tuttogratis, diventare fan di artisti e prodotti di consumo e ancora divertirti con applicazioni e giochi.

Insomma, non ci sono limiti a quello che puoi fare con Facebook. Il sito è completamente in italiano e l'iscrizione è gratuita. Qui sotto trovi anche altre risorse per sfruttare al massimo tutte le risorse di Facebook.

[fonte: sprintonline.com]

venerdì 6 marzo 2009

Faccia da Facebook




Non faccio in tempo a imparà ad usà Myspace che subito mi dicono di farmi Facebook...
Hai visto? Ce sta Cristina su Facebook, quella che alle medie la faceva vedè a tutti... è rimasta 'na troia! Spizzate le foto!
In quattro giorni scopro di avere 462 amici, me chiedo perchè esco ancora con i soliti 4 stronzi...
No, non me lo faccio Facebook... è da sfigati!
Ecco, bravo, allora rimani iscritto su Badoo che sei più figo!
Perchè mi parli sulla chat di Facebook quando stai connesso pure tu su MSN?!?! Lo vedi che sei un cojone?!
Sono costretto ad inventarmi un nick divertente pure per Facebook... non bastava quello di MSN!!!
Mi pubblichi una foto delle elementari in cui faccio schifo e poi mi dici quanto sono tenero: DOVREI VENIRE A PRENDERTI A RANDELLATE SULLE GENGIVE SOTTO CASA!!!
Ti aggiungo come amico ma se t'incontro per strada non ti saluto!
Metti il profilo privato per non far vedere le tue foto ma poi mi acceti l'amicizia... te chiamano VOLPE!!!
Che bello dover perdere 40minuti a rifiutare le richieste di applicazioni e giochi di merda vari!
Vi colga un infarto stanotte, teste di cazzo!
Non capisco perchè mi commentano le foto persone che non c'entrano nulla... se dovrebbero fa' un po' i cazzi loro!!!
Francesca lunedì passa da single a fidanzata, martedì passa da fidanzata a situazione complicata...venerdì sera già me la so' scopata: m'hanno deto che è una fedele!!!
Ormai le e-mail non le controllo più, aspetto che mi arrivino messaggi privati...
Qualcuno mi suggerisce un'amicizia... io je suggerisco d'annà a fanculo!
Ogni giorno mi aggiunge qualche ragazzo! Non ce la faccio più, sono tutti dei maiali!
Non te sei chiesta perchè??? Forse se togli dall'avatar quella foto con le tette di fuori non te se incula più nessuno!
Hai visto le foto di Daniele? Pare che s'è sposato... e sti cazzi non ce li metti?!?!?!
Ancora mi commenti le foto? Non c'hai proprio un cazzo da fa'!
Ammazza che fregna che è diventata Ludovica! Mo' ce provo!
Ecco, allora comprete un biglietto per l'Australia... perchè vive lì da due anni con un indiano!
Non te sei chiesto che se nun ce vedemo da anni non è per mancanza de contatti? Fatte un esame de coscienza!
Mi hanno invitato ad entrare nel gruppo del liceo: non l'hanno capito che a me quella classe faceva schifo?!?!?!
Anche oggi tra Facebook e MSN non ho concluso un cazzo! ... e domani c'ho pure l'esame!
Carina la chat de Facebook... la potevano fa' più piccola!
So 6 mesi che c'ho Facebook e ancora no ho capito l'utilità del SuperWall...
Venerdì sera sono stato invitato a un evento... che peccato! Quel giorno avrò la febbre!
Non ti bastava pubblicare le foto??? Adesso ce metti pure i video su Facebook... fai pena e compassione!!!
Ci vediamo su Facebook stasera? Te ce vedi te e i tre quarti della palazzina tua! Brutta sfigata demmerda!
Sei iscritta su Facebook da 4 anni e ancora non c'hai 'na foto sull'avatar...m'hanno deto che ce capisci de Internet!!!
Vabbè, s'è fatta 'na certa... mi metto a letto, ma tengo il computer acceso: non sia mai me dovesse contattare qualcuno su Facebook!!!
Dedicato a tutti quelli che amano oppure odiano Facebook... Un mondo di pecore!