martedì 21 settembre 2010

Mauro Marin: mai detto "andate a lavorare"

Mauro Marin, il vincitore del Grande Fratello 10, dopo essere stato accusato dal movimento “centopercentoanimalisti” di aver gridato loro “Andate a Lavorare” durante un diverbio avuto sabato scorso a Castelfranco Veneto all’ingresso del Circo di Moira Orfei, si difende attraverso i microfoni di Alex Achille in Radiochat.it.

“Le mie parole sono state travisate. Non ho mai detto agli animalisti di andare a lavorare. Ho semplicemente detto al gruppo di manifestanti di lasciate lavorare in pace i circensi che vivono di questo lavoro”.
Mauro sembra essere davvero amareggiato per l’accaduto e prosegue: “Sono stato invitato dalla mia amica Wanda, ex trapezista della famiglia Orfei a visitare il circo per conoscere di persona Moira, una grande professionista dello spettacolo che stimo tantissimo. Quando sono arrivato davanti al tendone del circo, passando davanti al gruppo di animalisti, sono stato aggredito verbalmente da alcuni di loro con parole pesanti. Mi hanno dato del “Pappone” perché alla guida di una macchina appariscente, una Opel che tengo a precisare mi è stata data in comodato d’uso. Trovandomi in quella situazione, ho preso le difese della famiglia Orfei che mi ospitava per l’occasione ed ho risposto ad alcuni manifestanti che fare il Circo è un lavoro come un altro e che, quindi, avrebbero dovuto lasciare lavorare in pace i circensi, ma probabilmente le mie parole non sono state comprese”. Marin rivolgendosi ad Alex Achille e a Luigi Palma, aggiunge: “Io amo gli animali ed ho visto di persona che nel circo della famiglia Orfei, vengono trattati con rispetto. Ho visto personalmente dar da mangiare alle tigri un quarto di bue di ottima qualità; Me ne intendo perché sono anche un macellaio”.
A conferma delle parole di Mauro, è intervenuto a Radiochat.it anche Stefano Nones, figlio di Moira Orfei, in convalescenza dopo un problema alla spalla che ha aggiunto: “Alex Achille mi conosce, ho rispetto per gli animalisti, ma spesso manifestano senza rendersi conto della realtà. Nel mio circo, gli animali vengono trattati con amore e rispetto. Invito qualsiasi gruppo di amanti degli animali a verificare lo stato delle cose. Spesso il nostro Circo, è stato danneggiato da gruppi di animalisti che hanno tagliato i tendoni, lasciato scritte con bombolette di vernice e ci hanno riempito di insulti all’ingresso dei nostri spettacoli. Non nascondo che in Europa, possono esserci circensi che non rispettano gli animali ma non è il nostro caso. Invito ufficialmente qualsiasi gruppo animalista a visitare il nostro circo per verificare lo stato di salute e la qualità della vita dei nostri animali”.

[fonte: formatradio.it]

Nessun commento:

Posta un commento