giovedì 25 novembre 2010

Emilio Fede, aggredito anche su Facebook Italia

“Il governo comincia a temere l’ira del popolo. Emilio Fede è un mero esecutore del regime piduista e come tale agisce, prendendosela con gli utenti di Facebook. Continuare a definire terroristi tutti coloro i quali la pensano diversamente da lui non fa altro che continuare ad alzare il livello della tensione. I factotum di Berlusconi insultano, provocano, aizzano e poi fanno le vittime”.

Lo dice Sonia Alfano, europarlamentare e responsabile nazionale del Dipartimento Antimafia di Italia dei Valori, commentando le dichiarazioni rilasciate da Emilio Fede all’Ansa. Il direttore del Tg4 ha detto che ‘una societa' civile dovrebbe chiudere Facebook, che e' una realta' delinquenziale all'origine di episodi drammatici’. L’europarlamentare, oggi, aveva già fatto riferimento a Emilio Fede sul suo blog (soniaalfano.it).

“Secondo Fede, appassionato sostenitore del partito dell’amore, il popolo civile avrebbe dovuto ‘menare’ quello sparuto gruppo di manifestanti che ieri si è illecitamente introdotto nell’atrio del Senato della Repubblica facendo riferimento persino a ‘estremismo rosso’. Sappiamo benissimo che il suo è un subdolo tentativo di istigare alla violenza. Questo è il metodo dei servi di regime che sperano di fomentare ulteriormente i cittadini già carichi di tensione a causa dei provvedimenti di un governo illiberale e antidemocratico” ha scritto Sonia Alfano sul suo sito web.

[fonte: blogspot.com]

Nessun commento:

Posta un commento