giovedì 27 gennaio 2011

Minetti, Berlusconi, Ruby e lo scandalo cocaina...

Nell'agosto 2010 la Guardia di Finanza ha sequestrato 12 kilogrammi di cocaina ad un certo Ramirez trovandola nascosta a bordo di una Mini Cooper. L'auto era di proprietà di Nicole Minetti, consigliera del PdL in Lombardia ed al centro dello scandalo Ruby-Berlusconi. Nicole aveva presumibilmente prestato la macchina a Marystella Polanco, fidanzata di Ramirez, anche lei coinvolta dalle intercettazioni della Procura di Milano e domiciliata in Via Olgettina, la residenza delle cosiddette Bunga Bunga Girls. La droga era in quantitativi decisamente troppo elevati per essere ad uso e consumo personale: logico gettare dubbi su quanto accadesse all'interno delle feste nella Villa di Arcore, tant'è che nelle ultime intercettazioni pubblicate da mezzo web riguardanti il Rubygate, si parla di telefonate tra Nicole Minetti che parlava proprio di una certa Maristella ad Emilio Fede, lamentandosi di averla dovuta allontanare perchè trovata in auto con droga e con un coltello. Lungi dal trarre conclusioni affrettate, viene da pensare che anche Berlusconi abbia allontanato i personaggi in questione dalla sua persona, anche perchè lo spaccio di droga non è un reato tanto "leggero" come potrebbe essere quello di aver pagato ragazze per fare serate nella propria vita, cosa lecita entro certi termini. Continueremo a seguire i risvolti della faccenda, anche se l'impressione è che stiamo assistendo alla fine dell'era Berlusconi nonostante il largo consenso popolare maturato anche grazie all'ottimo uso degli strumenti tecnologici a sua disposizione, televisione e Facebook in particolare, che non fa che rimbalzare notizie pro e contro il Premier tra colpevolisti e utenti che lo ritengono vittima di accuse ignobili. Voi da che parte vi schierate? Sul blog gemellato Facebook Italia è presente un sondaggio, partecipate numerosi e fateci sentire la vostra voce!

1 commento:

  1. è proprio u partitu du pilu peccato che lo prende solo lui

    RispondiElimina