lunedì 28 febbraio 2011

Facebook si semplifica e dice addio al Condividi

Se eravate affezionati al Condividi su Facebook, potete salutarlo definitivamente: Mark Zuckerberg e soci hanno infatti deciso di dargli il benservito sostituendolo con il classico pulsante del Like/Mi Piace. Più semplice da usare, più diffuso anche come abitudine, secondo i vertici di FB sarà la chiave per incrementare ulteriormente il flusso di dati che passano attraverso il network in blu. Il rovescio della medaglia, ovviamente, sarà nelle bacheche dei profili degli utenti, che si "sporcheranno" molto di più con tutti i link premuti gironzolando su blog e siti. Insomma, testo e didascalia finiranno sul proprio profilo quando qualcosa ci piace... Quindi occhio ai siti che frequentate, la privacy è sempre più blanda su Facebook.

venerdì 25 febbraio 2011

MV Agusta F3: Facebook la sogna!

Una sportiva sopraffina che unisca l'allungo del 4 cilindri con la coppia ai bassi tipica dei bicilindrici: nasce da questa idea la nuova MV Agusta F3, un missile rosso argento che supera giorno dopo giorno, a detta dello stesso team di sviluppo, tutte le attese sia sul piano motoristico che della guida. Il cuore della nuova F3 è un inedito 675cc che raggiunge i 135 cv ad oltre 15.000 giri/min con una gestione totalmente elettronica multimappa dell'acceleratore Ride By Wire che asseconderà i desideri dei piloti più smaliziati. Facebook Italia attende con ansia l'uscita dai concessionari di questo ennesimo gioiello di casa MV (le prime consegne si prevedono già per questo autunno 2011) e di gruppi e pagine di estimatori e sognatori ad occhi aperti ne è pieno il social network. La più visitata sembra essere la MV Agusta F3 raggiungibile dopo il solito login a FB all'indirizzo facebook.com/pages/Mv-Agusta-F3/152770151412693 che conta 620 utenti a cui piace la piccola belva italiana. Ovviamente sulla pagina sono presenti numerose foto della F3 e commenti sui numerosi particolari che la caratterizzano, soprattutto lo scarico 3 in 1 in 3 filo ruota con monobraccio e cerchi ultra-light... Ecco, per tutti i fan, il video della MV F3 tratto da YouTube e riproposto su FB nella pagina dedicata alla moto:

giovedì 24 febbraio 2011

Single su Facebook? Ecco come farsi gli affari degli altri...

Semplice, con BreakUp Notifier, l'applicazione ideale per tenere d'occhio gli stati sentimentali dei nostri contatti e amici su Facebook che ci avverte se uno cambia relazione. In pratica, una volta installata l'app ed effettuato il login a FB, possiamo impostare un indirizzo di posta elettronica (email) al quale inviare le notifiche che arriveranno quasi all'istante (in tempo reale) dal momento che l'applicazione rileva tra i nostri contatti sociali di FB un cambiamento. L'app BreakUp Notifier è gratis, ma le polemiche per l'uso dei dati personali da parte di terze parti rompono un pò le uova nel paniere a tutti gli entusiasti della condivisione ad ogni costo. Il rovescio della medaglia? La fondata preoccupazione di un'arma in più che potrebbero avere potenziali stalker su Facebook in cerca di ragazze che diventano single o in relazione complicata :(

mercoledì 23 febbraio 2011

Facebook cambio situazione sentimentale, ecco l'applicazione

Siete alla ricerca dell'amore su Facebook? Oppure vi siete invaghiti di una ragazza già impegnata in una qualche sorta di relazione sentimentale? Beh, in ogni caso vi farà comodo sapere che esiste una applicazione per Facebook, la Break-Up Notifier, che tiene traccia degli stati sentimentali dei nostri amici sul network in blu e ci segnala in tempo reale se qualcuno dei nostri contatti ha cambiato situazione, passando magari da "relazione complicata" a "single" o altro... Per funzionare, la Facebook Break-Up Notifier richiede solo di effettuare il login a FB, quindi concedergli gli accessi ed indicare quali dei nostri amici vogliamo che tenga sott'occhio per i cambiamenti di stato sentimentale. Le notifiche arriveranno in tempo reale o quasi direttamente come messaggi (email) all'indirizzo da noi specificato in modo da incrementare il nostro fattore-impiccione ;) Provatela e fateci sapere cosa ne pensate digitando l'indirizzo facebook.com/BreakupNotifier sulla barra del vostro browser dopo la solita login oppure semplicemente www.breakupnotifier.com.

lunedì 21 febbraio 2011

Elenco delle password più comuni al mondo

Scommettiamo che la vostra password di login a Facebook, Twitter o alla casella di posta elettronica è una di queste password? A rivelarlo un recente studio sulla sicurezza online, che avverte: gli utenti scelgono sempre le stesse parole segrete per proteggere dagli hacker i propri dati personali online. Chiunque, sbagliando, si sente al sicuro con una data di nascita, spesso la propria o dei propri genitori, o un nome proprio di persona. Per non parlare delle sequenze sulla tastiera, gettonatissime da buona parte degli utenti alle prime armi sul web 2.0. Ecco l'elenco delle password più diffuse al mondo:
  • 123456
  • 12345
  • 123456789
  • password
  • 1111
  • 1234567
  • 12345678
  • abc123
  • 654321
  • qwerty
Consigli per creare una password efficace ed evitare i soliti nomi propri, le vostre date di nascita e le sequenze trovate sulla tastiera, si sprecano: un metodo generalmente funzionante consiste nello scegliere una frase per noi significativa, un pezzo di poesia o l'incipit di un romanzo, per poi prenderne solo la prima lettera di ogni parola e modificarlo aggiungendo lettere minuscole e maiuscole alternate, simboli e numeri, magari sostituendo le vocali proprio con le cifre numeriche. In questo modo si evitano gli attacchi basati su dizionario e, nel caso la password sia più lunga di una decina di caratteri o comprenda molti simboli, si può stare tranquilli anche per gli attacchi di forza bruta. Per chi fosse a corto di idee possiamo trovare altri consigli nientemeno che sul sito di mamma Microsoft all'indirizzo microsoft.com/italy/pmi/tecnologia/themes/techwise/effectivepassword.mspx oppure testare la nostra parola segreta col microsoft password checker https://www.microsoft.com/security/pc-security/password-checker.aspx.

Per curiosità, trovate una password lunga meno di 13 caratteri che dia come risultato di sicurezza BEST, magari postatela nei commenti se ci riuscite ;)

Foto animali nei profili Facebook

Metti un animale sul tuo profilo di Facebook, la nuova campagna virale organizzata sul network FB fino al 28 febbraio per sensibilizzare le persone contro gli abusi sugli animali. Un successo annunciato ed una partecipazione massiccia almeno quanto l'uso dei cartoni animati come foto degli utenti, stavolta per tutelare gli animali dai maltrattamenti. Null'altro trapela sull'organizzazione o su altre iniziative a sostegno dei diritti degli animali, ma l'idea sembra funzionare: se avete tanti amici su Faceboo non è affatto raro imbattersi in foto di cani, gatti ed altri amici domestici al posto delle consuete facce. Partecipate numerosi!!!

Addio FBML benvenuti IFrame su Facebook

Facebook manda in pensione FBML: con l'arrivo delle nuove pagine omogenee rispetto al cambiamento di interfaccia anche sui profili di FB, il metalinguaggio FBML e gli script FBJS diventano deprecati per lasciare spazio agli IFRAME. Ciò significa per gli sviluppatori una maggiore libertà di inclusione nelle pagine e per gli utenti maggiori funzionalità ed interazione rispetto al vecchio FBML che limitava di molto quanto possibile includere sulle pagine Facebook. Il rovescio della medaglia è proprio il minor controllo che il network ha su quanto inserito negli IFrame: è possibile includere Html, Javascript e qualunque altra amenità caricabile ed eseguibile al volo (senza previo click dell'utente), quindi anche contatori visite e statistiche tipo Google Analytics e simili, cosa che renderà di certo la vita più facile ad hacker senza scrupoli. I quali, ovviamente, avranno letto ed accettato senza pensarci un istante i nuovi termini del regolamento relativo alla privacy su Facebook, che obbliga, anzi, vieta l'hosting di contenuti video e audio che partano senza l'interazione esplicita dell'utente.

venerdì 18 febbraio 2011

Pubblica l'Origine del Mondo, Facebook chiude l'account

L'artista danese Frode Steinicke è stato buttato fuori da Facebook perchè ha pubblicato sul proprio profilo la celebre opera "l'Origine del Mondo" di Gustave Courbet che rappresenta, come molti internauti ben sanno, l'organo femminile al naturale. Ovviamente FB vieta l'upload e la diffusione di link ed immagini ritenuti offensivi o riservati ad un pubblico adulto, e quindi la piattaforma ha ben pensato, in base al suo regolamento, di chiudere temporaneamente l'account dell'incauto artista. Facebook ha preteso che Steinicke si pentisse del suo gesto ed ammettesse di non conoscere le regole: a tempo di record l'account è stato ripristinato, ovviamente senza la foto di "madre natura". Per i curiosoni, se fate click sul "Mi Piace" in alto nella colonna a sinistra potete vedere l'oscuro oggetto del misfatto... ;)

giovedì 17 febbraio 2011

Riattivare Mi Piace e commenti Facebook impostazioni

Per riabilitare il pulsante "Mi Piace" ed i commenti sui link postati su Facebook, bisogna seguire questa procedura: entrate su Facebook col login, fate click sulle impostazioni della privacy, quindi autorizzazione a commentare i tuoi post e concedetela a Tutti. Più in basso fate click su Personalizza Impostazioni, quindi date la possibilità a Tutti di commentare i post. In questo modo la vostra privacy verrà abbassata ma ritrovate sia il pulsante del Like-"Mi Piace" che i commenti sotto i link. Il problema manifestato su Facebook era dovuto al cambio delle impostazioni della privacy ad opera dei gestori del network: a giudicare dai commenti, la mossa non è piaciuta proprio a nessuno!

Facebook toglie Mi Piace e commenti

Qualcosa bolle nel pentolone Facebook, e non ha un buon profumo: il network di Mark Zuckerberg ha infatti tolto la possibilità agli utenti di poter commentare i link e premere il relativo pulsante del like "Mi Piace". Ma alla maggior parte dei facebook-nauti la novità non è affatto piaciuta, tant'è che si sono diffusi in modo incontrollato messaggi di protesta in moltissime bacheche, inclusa quella di Italia Blog su Facebook. Speriamo che sia solo un problema tecnico temporaneo e che sia i pulsanti del "Mi Piace" che i commenti ai collegamenti postati dagli utenti facciano presto la loro ricomparsa sul network Facebook.

mercoledì 16 febbraio 2011

Trasforma il cellulare in Facebook phone... o quasi!

Grande mossa quella della società Gemalto: con il rilascio di una speciale SIM Card è possibile infatti connettersi a Facebook, effettuare il login, effettuare richieste di amicizia, scambiare messaggi con gli amici e scrivere sulle loro bacheche bypassando in tutto e per tutto l'operatore di telefonia che utilizzate. La speciale SIM Card ha al suo interno un client testuale, leggero e totalmente compatibile con i più diffusi telefonini non-smartphone, quindi anche quelli poco evoluti non in grado di connettersi al web tramite Wap o Gprs. Idea geniale quella dell'accoppiata Facebook e Gemalto per il login mobile, con un mercato talmente vasto da eclissare, se dovesse diffondersi, quello dei più evoluti telefoni con funzionalità avanzate e connettività Umts e WiFi. Persino da Faceboo si sono sbilanciati, dichiarando che hanno lavorato a contatto stretto con la Gemalto per portare Facebook sui cellulari in loro possesso senza avere un piano a tariffa dati col proprio operatore di telefonia mobile. Aspettiamo di vedere le SIM Facebook anche in Italia per potervi fare una recensione più dettagliata!

martedì 15 febbraio 2011

Facebook o Badoo login?

C'è social network e social network: Facebook, rispetto a Badoo, è molto più disomogeneo e può guardarlo dall'alto verso il basso, anche se l'ultimo fenomeno sociale esploso in Italia conta bene o male un quinto (106 milioni) degli utenti rispetto alla rete di Mark Zuckerberg. Badoo è pieno di ragazzine che si sentono donne e che postano foto ed autoscatti intriganti, ma è ancor più pieno di ragazzi in cerca di amori ed amicizie della propria città, quasi fosse una specie di supermercato nel quale c'è la libera esposizione di merci più o meno contraffatte, come le foto ritoccate con Photoshop... Apparso come un fulmine a ciel sereno 5 anni fa ma, invece che evolversi migliorando l'esperienza offerta agli utenti che vi effettuano il login, Badoo sembra invece mantenere un certo grado di menefreghismo rispetto alle "voci polemiche" che lo riguardano. Eppure funziona, all'utente è data la possibilità previa registrazione ed accesso al network, di creare un proprio profilo personale, fare l'upload di foto, fare ricerche di ragazze della sua città e chattare con chiunque capiti anche celando la sua privacy con album protetti da password e nick di fantasia. Peccato per la traduzione, che spesso lascia a desiderare: non è raro imbattersi in popup tradotti "come càpita", mentre la versione originale risulta molto più accurata. Se proprio volete darci uno sguardo e non vi scocciano le pubblicità che invadono alcune pagine del network o le richieste di pagamento per scalare la classifica ed ottenere maggiore visibilità, potete digitare "badoo.it" sulla barra degli indirizzi del vostro browser ed effettuare l'accesso/registrazione tramite le credenziali di login a Facebook...

Spremuta di Facebook tra pubblicità e monete virtuali

Sembra che la fame di denaro di Mark Zuckerberg non conosca limiti: se è vero che dal prossimo primo marzo verrà fatto fuori anche Google AdSense/DoubleClick dal network in blu per lasciare spazio al Facebook Ads made in Palo Alto, di sicuro a Mountain View escogiteranno qualche abile contromossa per penalizzare lo stesso FB agli occhi degli utilizzatori del motore di ricerca. Avete poi notato come sia diventato impossibile suggerire le pagine ai propri amici? Beh, Zio Zuck, come affettuosamente è stato soprannominato Mark da un pò di tempo, si è subito sbrigato a dichiarare come la funzionalità è stata eliminata perchè era la preferita per fare spam all'interno del network, oltre ad essere affetta da un fantomatico bug che metteva a repentaglio la sicurezza degli utenti che effettuavano il login a Facebook. Con questa abile trovata, addio ai suggerimenti di pagine: tutto dovrà per forza di cose passare tramite gli annunci pubblicitari, e nella fattispecie attraverso i "proprietari" Facebook Ads, i quali tradurranno in denaro contante, e non virtuale, la voglia di far conoscere un determinato prodotto sul network sociale a tutti gli utenti. La moneta virtuale invece sarà rifilata agli stessi utonti dei vari giochi Zynga ed applicazioni inutili, anche se tutto ciò probabilmente potrebbe decretarne un veloce declino (se solo gli utenti si svegliassero appena appena)... Il bello del web è che basta pochissimo per decretare il successo o la fine di un network, non vorremmo che Zuckerberg a forza di spremere il suo giocattolo Facebook ne decretasse una fine prematura!

lunedì 14 febbraio 2011

Facebook chat, trucchi

Se non vi basta tappezzare di faccine ed emoticons la chat di Facebook, sappiate che è anche possibile utilizzare i caratteri di formattazione del testo in neretto-grassetto e la sottolineatura per dare più risalto alle nostre chattate tra gli amici. La funzionalità per il neretto è da sempre inclusa nel gadget del network FB, basta infatti scrivere la parola o le parole che vogliamo enfatizzare in grassetto tra due asterischi "*", uno all'inizio ed uno alla fine: ad esempio, per scrivere facebook dovremmo digitare in chat *facebook*. Cosa analoga per quanto riguarda la sottolineatura. Questa volta invece utilizzeremo il carattere di underscore "_" per delimitare le nostre parole da sottolineare nella chat di Faceboo: ad esempio, scriviamo _chat_ ed apparirà chat. Buona chiacchierata a tutti ;)

venerdì 11 febbraio 2011

Vedere foto dei profili su Facebook dei non amici...

Un nuovo trucco per vedere le foto e la bacheca degli utenti che non sono tuoi amici è stato pubblicato nientemeno che dalla rivista Wired. In pratica, se lo proviamo possiamo visualizzare la bacheca di un utente qualsiasi senza che lui abbia accettato l'amicizia, se mai ci è mai passato per la testa di chiedergliela...
In pratica, per farsi gli affari altrui basta effettuare il solito Facebook login, poi fare click sui dettagli amicizia nella nostra bacheca di un nostro amico qualunque, quindi osservando la barra degli indirizzi del browser troveremo scritto qualcosa del tipo: facebook.com/profile.php?id=idamico&and=mionome oppure facebook.com/nomeamico?and=mionome. Se cambiamo la parte centrale dell'indirizzo (idamico oppure nomeamico) con un nome di un altro utente di Facebook, potremmo vedere tranquillamente la sua bacheca facendo click sul suo nome che appare sotto, con tutto ciò che contiene. Facile no?!? Interessante sapere che l'id di Zio Zuck è 00000000000004 e non ..0001 come ci si aspettava. Ovviamente verrete ridiretti alla pagina ufficiale facebook.com/zuck.

Facebook phone, prove tecniche da INQ

2 smartphone presentati da INQ con una accentuata integrazione col social network Facebook: sono il Cloud Q ed il Cloud Touch, montano sistema operativo Android Froyo release 2.2 e somigliano, anche se non lo sono, al tanto vociferato-annunciato Facebook phone. I due telefonini condividono gran parte delle caratteristiche hardware e software, a parte lo schermo che è da 3.5 pollici sensibile al tocco quello del Touch mentre di soli 2.6 pollici (ma con tastiera Qwerty) del Cloud Q. La Cpu è Qualcomm a 600Mhz di clock, entrambi hanno 4GB di memoria espandibile tramite le solite microSD, supportano WiFi e BlueTooth, GPS, Umts e montano una fotocamera da ben 5 Megapixel, davvero non male per uno smartphone. Completano le caratteristiche hardware di questi due gioiellini gli accelerometri, bussola digitale, sensore di prossimità (!) e di luminosità, porta USB e jack audio per le cuffie. Il software, come detto, si integra perfettamente col network in blu e quindi la login a Facebook, la chat, i messaggi, i contatti e le notifiche saranno visualizzate e perfettamente funzionanti. Per l'uscita in Italia si parla dell'estate, se non volete attendere bisognerà importarli dal Regno Unito dove usciranno entro Aprile 2011 ad un prezzo ancora da stabilire, ma difficilmente saranno a buon mercato viste le caratteristiche.

giovedì 10 febbraio 2011

Marcuzzi incinta, su Facebook l'annuncio di DJ Francesco

Solo ieri Alfonso Signorini l'aveva annunciato dai microfoni di RMC, Radio Monte Carlo. Oggi invece è proprio papà Francesco Facchinetti a condividere la gioia per il nascituro su Facebook. Nella sua bacheca personale si può infatti leggere:
Grazie di cuore a tutti. Ne ho provate di emozioni, di sconvolgimenti interiori, di brividi, di sensazioni forti ed incredibili… ma niente al mondo è paragonabile a questo. Mi sento più leggero, più vivo e più concreto. Ora so perchè siamo al mondo. Grazie

Accompagnato da 378 commenti dei fans, entusiasti. Immaginiamo che anche Alessia Marcuzzi sia al settimo cielo, auguri a questa bellissima coppia! A proposito, chi volesse lasciare un messaggio può farlo sulla pagina ufficiale di Francesco Facchinetti raggiungibile, dopo il solito Facebook login all'indirizzo facebook.com/pages/Francesco-Facchinetti/37489974609.

mercoledì 9 febbraio 2011

Facebook e YouTube online in Siria dopo 5 anni

Dopo più di 5 anni di censura totale (i relativi siti erano stati oscurati dalle autorità) tornano online e funzionanti i social network in Siria: gli utenti possono effettuare i login sia Facebook che a YouTube ed agli altri network sociali. A darne confermaalcuni giornalisti dell'Ansa che citano testimonianze dirette dai territori siriani. Ancora, però, nessuna conferma da parte delle autorità di Damasco, ma probabilmente l'apertura dei siti vuole gettare acqua sull'enorme focolaio anti-regime scoppiato nel mondo arabo che si affaccia sul Mediterraneo, in particolare Tunisia ed Egitto.

Video bulli su Facebook, denunciati

Denunciati alla polizia un gruppo di bulli che, dopo aver aggredito a calci e pugni, filmandolo, un compagno di classe, mettono il video sul network Facebook per sbeffeggiarlo. Ma la sorella della vittima lo scopre e fa partire subito la denuncia, dopo il ricovero forzato del ragazzo al pronto soccorso per traumi e contusioni. Nel video dell'aggressione si vede il gruppetto picchiare il compagno di scuola, buttarlo a terra ed infierire su di lui. La preside ha dichiarato che, semplicemente, parlerà ai ragazzi ma il fatto non può avere ripercussioni interne visto che si è svolto fuori dalla scuola. La madre ha detto di aver fatto la denuncia perchè vuole continuare a credere poter vivere in una società civile.

martedì 8 febbraio 2011

Jules Verne, Google naviga 20.000 leghe sotto i mari

In occasione del 183esimo anniversario della nascita di Giulio Verne (Jules Verne) il logo di Google diventa una specie di oblò per farci scoprire il mondo subacqueo dello scrittore francese, autore, tra l'altro, di 20.000 leghe sotto i mari, il Giro del mondo in 80 giorni, del Viaggio al centro della Terra o dalla Terra alla Luna. A destra troviamo un joystick virtuale, a sinistra gli strumenti, e le lettere del Doodle diventano tante finestre animate in tempo reale: magie degli ingegneri di Mountain View che stupiscono non solo per la genialità di alcune trovate (avete visto in fondo all'oceano i coralli che formano la scritta Google?), ma anche per la realizzazione, leggera ed efficiente e che rallenta solo di poco il normale caricamento di Google.com. Oggi una dedica per uno degli autori più influenti per i romanzi di fantascienza che è riuscito ad ispirare gli scienziati delle epoche successive, magari cresciuti con le sue letture fantastiche, che l'hanno onorato dando il suo nome ad uno dei crateri del nostro satellite, Jules Verne, ampio 143 km e non visibile perchè situato nella parte nascosta della Luna, ad ovest-sud-ovest del Mare Ingenii della Luna.

lunedì 7 febbraio 2011

Vasco Rossi Eh Già, Facebook a sorpresa!

A sopresa Vasco Rossi brucia l'uscita radiofonica del suo nuovo singolo e lo pubblica integralmente su Facebook. Eh già, questo il titolo del brano, ha ottenuto in poche ore 13.800 click di approvazione e 3.300 messaggi. "Edizione straordinaria (non autorizzAta) Eh...gia' il clip, al diavolo non si vende..Si regaaaaaLaaaaa!", si legge sulla pagina del social network blu alla vigilia del compleanno del rocker che oggi spegne 59 candeline. L''intero album, anticipato dal singolo in rotazione in radio da oggi, esce il 29 marzo ed è composto da 12 inediti.



[fonte: diesis.it]

Limite 30 kmh, Facebook non ci sta!

Come limitare l'inquinamento atmosferico in città? A Saronno (VA) il sindaco Luciano Porro ha ben pensato di abbatterne i livelli costringendo gli automobilisti a procedere a 30 kilometri orari in tutto il territorio comunale da ieri 6 febbraio fino al prossimo 15 marzo 2011, tutti i giorni. Ma gli utenti non ci stanno, tant'è che la pagina su Facebook creata per dire "NO ai 30 km/h a Saronno" ha raccolto 578 "Mi Piace" in poche ore. La pagina non è a scopo politico come precisano Romanò e Volenteri, i 2 creatori della pagina-protesta contro l'ordinanza, che, si precisa, non è di destra nè di sinistra nè assolutamente contro l'ambiente, ma raccoglie sfoghi di lavoratori e studenti contro un limite giudicato eccessivo volto ad innalzare i flussi di denaro dovuti a multe per eccesso di velocità in un batter d'occhio. Se volete sostenere l'iniziativa, effettuate il login a Facebook quindi digitate nella barra degli indirizzi del browser facebook.com/pages/Io-dico-NO-ai-30-kmh-a-Saronno/124043694336195

venerdì 4 febbraio 2011

Foto di Berlusconi con le ragazze, rischio denuncia per chi le pubblica

"Per il momento le immagini che abbiamo visto sono irrilevanti ai fini dell’inchiesta": ad affermarlo lo stesso procuratore di Milano Edmondo Bruti Liberati. Le foto scoperte nei pc e nei telefonini delle ragazze del cosiddetto "harem" del Premier Berlusconi sono tante ma finiranno agli atti se e solo se riguarderanno Karima-Ruby. Al contrario, l'eventuale esistenza di foto che ritraggono Berlusconi con ragazze maggiorenni ed escort finiranno nel fascicolo riguardante il favoreggiamento alla prostituzione che vede coinvolti, tra gli altri, il direttore del TG4 Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti, fresca di conferme per una love-story con lo stesso premier. Il terrore è che le foto dello scandalo Ruby finiscano sul web, così i legali di Berlusconi mettono le mani avanti presentando denuncia contro ignoti all'A.G. ed al Garante della Privacy sull'eventualità che vengano diffuse foto sia reali che costruite al computer. Infatti, in base all'articolo 615 del codice penale, chiunque si procura indebitamente notizie od immagini attinenti alla vita privata svolgentensi nei luoghi indicati nell'art. 614, e' punito con la reclusione da 6 mesi a 4 anni ed alla stessa pena soggiace chi rivela o diffonde tali notizie od immagini. Cio' vale ovviamente per qualsiasi tipo di immagine o notizia indebitamente carpita!
Insomma, amici blogger state lontani dalle foto di Berlusconi con le ragazze, pena una denuncia penale ed il carcere :(

giovedì 3 febbraio 2011

Facebook, arriva Badoo con un carico di 100 milioni di utenti

Facebook, dall'alto dei 600 e passa milioni di login totali, non può restare a guardare: Badoo, un social network tutto sommato considerato innocuo fino a pochi mesi fa, ha raggiunto e superato la ragguardevole soglia dei 100 milioni di utilizzatori confermandosi, almeno nei paesi "latini", come l'alternativa preferita a Facebook. Vuoi per la possibilità di accedere in modo anonimo o quasi, vuoi perchè li cercare belle ragazze per uscirci insieme è un gioco da ragazzi, vuoi per l'impostazione del network che favorisce in tutto e per tutto la ricerca di nuove amicizie della propria città o regione, fatto sta che poco a poco quello che sembrava solo un fenomeno italiano sta rodendo utenze a sua maestà Facebook. Badoo sta imparando, anche se poco e lentamente, dagli errori del passato, probabilmente non diventerà mai 100% gratis ed offrirà sempre qualche funzionalità extra a pagamento per "fare cassa" a spese di utenti giovani e giovanissimi che imperterriti affollano il network in rosa con pagine personali piene di foto ed autoscatti (spesso) sexy. Problemi, quelli di Badoo non gratuito, che probabilmente qualunque manager dotato di buon senso riuscirebbe a correggere in men che non si dica spianando la strada al network del rimorchio nei confronti della creatura di Mark Zuckerberg, affettuosamente soprannominato Zio Zuck dal blog gemello Facebook Italia. Se diventasse meno "sito di incontri online" e più "Facebookesco" (passateci il termine) potrebbe senza dubbio attirare investimenti consistenti da parte di mezzo web. L'interfaccia ci è piaciuta così come la velocità tutto sommato più che soddisfacente del sito, per non parlare della chat e del gran numero di profili di ragazze presenti su Badoo: gli manca davvero poco per diventare un serio antagonista, attenzione!

Microsoft Bing copia Google, ecco le prove!

Matt Cutts, guru di Mountain View, ha pubblicamente affermato che Microsoft Bing copia letteralmente i risultati di ricerca di Google. La risposta non si è fatta attendere, ma, a differenza di quanto atteso, è stata una conferma. E' vero, sostengono i vertici di Microsoft, che Bing prende i risultati da Google, ma per fornire un "servizio migliore". E questo avviene in varie fasi.

Viene innanzitutto sfruttato il motore di correzione ortografica di Google, il più sofisticato del mondo, il quale, una volta lanciato con un termine scritto male, effettua ricerche sia col termine corretto che con quello misspelled. Se il misspelling (ricordate Faceboo, Facebookù e gli altri orrori?) non porta ad alcuna pagina, presenterà dopo il warning solo le pagine relative alla parola correttamente digitata. Bing, lungi dall'individuare se una parola digitata dall'utente sia ortograficamente corretta, presenta le stesse pagine nello stesso ordine di Google. Come ha fatto, visto che di pagine che contengono il termine errato non ce ne sono proprio?

Una seconda conferma è stata data proprio da un artificio fatto "ad hoc" da Google per svelare l'arcano: in pratica, è stata scelta una parola inesistente che non presentasse risultati nè su Bing nè su Google. Quindi a Mountain View hanno cambiato le carte in tavola, mettendo una pagina tarocca per il termine inesistente come risultati di ricerca ed ha detto ai suoi dipendenti di cercare con Internet Explorer da casa il termine su Google. Bing a questo punto ha visto, analizzando i dati raccolti da Internet Explorer (alla faccia della privacy) che quella parola era interessante, ma non avendo pagine risultanti, dopo qualche giorno ha presentato la stessa pagina tarocca per quel termine inesistente.

Ecco gli esperimenti fatti per 3 parole, iniziando da HIYBBPRQAG:





Ecco un altro esempio eloquente della copia per la parola MBZRXPGJYS:





Infine ecco i risultati per INDOSWIFTJOBINPRODUCTION:





Non c'è difesa che tenga, e devono averlo pensato anche ai piani alti di Mamma Microsoft: Bing copia Google!

mercoledì 2 febbraio 2011

Arcore's Night, video virale tra Facebook e YouTube

Arcores NightArcore's Night è il nuovo fenomeno mediatico che sta spopolando su YouTube e Facebook: la parodia di Grease con John Travolta e Olivia Newton John nelle veci di Silvio Berlusconi e Ruby Rubacuori interpretano a modo loro Summer Nights ripercorrendo le vicende delle feste nella Villa di Arcore in un inglese italianizzato che sembra preso pari pari da Nutella Nutellae di Cassini. Godetevi questo piccolo capolavoro e fatevi quattro risate!

martedì 1 febbraio 2011

Facebook Deals promozioni e sconti

Dopo il lancio negli Stati Uniti, avvenuto lo scorso novembre, la piattaforma Deals viene lanciata nel Regno Unito, in Francia, Germania, Italia e Spagna. Facebook Deals permetterà tramite l'utilizzo dello smartphone, di usufruire di sconti e promozioni o ottenere premi offerti da marchi, grazie a un semplice check-in. Il tutto sarà ovviamente condivisibile su Facebook.
La funzionalità è sostanzialmente un'estensione di Facebook Luoghi, già disponibile da tempo e per il momento le aziende che vi hanno aderito sono cinque: AC Milan, Benetton, Poste Italiane, Tim e Vodafone.

Come funziona? Facile. Basta accedere (login) a Facebook dalla pagina mobile o attraverso le applicazioni dedicate disponibili per Android ed iOS (a breve anche su BlackBerry). Dopodichè utilizzare la funzione "Luoghi" e cercare un elenco di luoghi nelle vicinanze. Se accanto a qualcuno di essi è presenti un'icona gialla, significa che sono presenti delle offerte, a cui scegliere di aderire o meno. Le offerte possono essere di diversi tipi: alcune sono individuali, altre anche per gli amici e, per finire quelle fedeltà.

Le individuali propongono sconti singoli e unici. Le offerte amici possono invece essere sfruttare registrandosi insieme ai propri amici e infine le offerte fedeltà permettono ai clienti affezionati di ottenere una ricompensa. Infine, con le offerte di beneficenza, le aziende partecipanti faranno una donazione a un ente da loro scelto ogni volta che un utente si registrerà alla promozione.

[fonte: channelcity.it]