giovedì 3 febbraio 2011

Microsoft Bing copia Google, ecco le prove!

Matt Cutts, guru di Mountain View, ha pubblicamente affermato che Microsoft Bing copia letteralmente i risultati di ricerca di Google. La risposta non si è fatta attendere, ma, a differenza di quanto atteso, è stata una conferma. E' vero, sostengono i vertici di Microsoft, che Bing prende i risultati da Google, ma per fornire un "servizio migliore". E questo avviene in varie fasi.

Viene innanzitutto sfruttato il motore di correzione ortografica di Google, il più sofisticato del mondo, il quale, una volta lanciato con un termine scritto male, effettua ricerche sia col termine corretto che con quello misspelled. Se il misspelling (ricordate Faceboo, Facebookù e gli altri orrori?) non porta ad alcuna pagina, presenterà dopo il warning solo le pagine relative alla parola correttamente digitata. Bing, lungi dall'individuare se una parola digitata dall'utente sia ortograficamente corretta, presenta le stesse pagine nello stesso ordine di Google. Come ha fatto, visto che di pagine che contengono il termine errato non ce ne sono proprio?

Una seconda conferma è stata data proprio da un artificio fatto "ad hoc" da Google per svelare l'arcano: in pratica, è stata scelta una parola inesistente che non presentasse risultati nè su Bing nè su Google. Quindi a Mountain View hanno cambiato le carte in tavola, mettendo una pagina tarocca per il termine inesistente come risultati di ricerca ed ha detto ai suoi dipendenti di cercare con Internet Explorer da casa il termine su Google. Bing a questo punto ha visto, analizzando i dati raccolti da Internet Explorer (alla faccia della privacy) che quella parola era interessante, ma non avendo pagine risultanti, dopo qualche giorno ha presentato la stessa pagina tarocca per quel termine inesistente.

Ecco gli esperimenti fatti per 3 parole, iniziando da HIYBBPRQAG:





Ecco un altro esempio eloquente della copia per la parola MBZRXPGJYS:





Infine ecco i risultati per INDOSWIFTJOBINPRODUCTION:





Non c'è difesa che tenga, e devono averlo pensato anche ai piani alti di Mamma Microsoft: Bing copia Google!

Nessun commento:

Posta un commento