martedì 15 febbraio 2011

Spremuta di Facebook tra pubblicità e monete virtuali

Sembra che la fame di denaro di Mark Zuckerberg non conosca limiti: se è vero che dal prossimo primo marzo verrà fatto fuori anche Google AdSense/DoubleClick dal network in blu per lasciare spazio al Facebook Ads made in Palo Alto, di sicuro a Mountain View escogiteranno qualche abile contromossa per penalizzare lo stesso FB agli occhi degli utilizzatori del motore di ricerca. Avete poi notato come sia diventato impossibile suggerire le pagine ai propri amici? Beh, Zio Zuck, come affettuosamente è stato soprannominato Mark da un pò di tempo, si è subito sbrigato a dichiarare come la funzionalità è stata eliminata perchè era la preferita per fare spam all'interno del network, oltre ad essere affetta da un fantomatico bug che metteva a repentaglio la sicurezza degli utenti che effettuavano il login a Facebook. Con questa abile trovata, addio ai suggerimenti di pagine: tutto dovrà per forza di cose passare tramite gli annunci pubblicitari, e nella fattispecie attraverso i "proprietari" Facebook Ads, i quali tradurranno in denaro contante, e non virtuale, la voglia di far conoscere un determinato prodotto sul network sociale a tutti gli utenti. La moneta virtuale invece sarà rifilata agli stessi utonti dei vari giochi Zynga ed applicazioni inutili, anche se tutto ciò probabilmente potrebbe decretarne un veloce declino (se solo gli utenti si svegliassero appena appena)... Il bello del web è che basta pochissimo per decretare il successo o la fine di un network, non vorremmo che Zuckerberg a forza di spremere il suo giocattolo Facebook ne decretasse una fine prematura!

Nessun commento:

Posta un commento