giovedì 24 marzo 2011

Facebook manda in tilt i matrimoni

Il boom di Facebook in Italia va di pari passo con la crisi delle coppie che ne fanno uso, spingendo i partner ad avventure più o meno virtuali coltivate sui social network tra falsi profili ed identità tenute segrete. E' quanto emerge dalle recenti ricerche che, senza troppi giri di parole, danno la colpa alle infedeltà coniugali anche alle reti sociali come Facebook o Badoo, anche se c'è da dire che circa il 60% dei tradimenti avviene sul luogo di lavoro, uffici, studi professionali, banche e ospedali (!) in primis, nei quali gli italiani sono i primi in Europa in quanto a relazioni extraconiugali, seguiti a distanza da tedeschi, francesi e inglesi. Da notare che perfino le relazioni tra partner dello stesso sesso avvengono con i colleghi sul posto di lavoro, sia tra uomo e uomo che tra donna e donna :P dopotutto in Italia c'è la parità di diritti no?!? Per tirare le somme, sarebbe meglio evitare di instaurare tali tipi di relazione, visto che la probabilità di essere scoperti e mandare all'aria un matrimonio è altissima: se poi uno dei coniugi se ne intende anche di tecnologie ed internet, su Facebook potrebbe trovare in men che non si dica le prove dell'avvenuta cornificazione!

Nessun commento:

Posta un commento