martedì 31 maggio 2011

Lamberto Sposini ultime notizie

Lamberto Sposini è ancora ricoverato al Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma a seguito dell'emorragia cerebrale, ma il quadro clinico sembra complicarsi: mentre le condizioni fisiche del celebre conduttore e giornalista Rai ed ex Mediaset non danno alcuna preoccupazione, gli effetti dell'emorragia occorsa poco più di un mese fa stanno rendendo difficoltoso per Lamberto il recupero della memoria. In particolare si rilevano danni ad una particolare zona del cervello ed i medici ancora non sanno prevedere i tempi di ritorno alla normalità per Sposini e se tali danni alla memoria potranno essere irreversibili. Intanto su Facebook l'affetto dei numerosi fan continua a stringersi attorno al popolare conduttore ed i commenti affinchè si ristabilisca presto e torni davanti alle telecamere aumentano di giorno in giorno. Per averne un'idea, basta digitare "Lamberto Sposini" nella barra delle ricerche su Facebook e vedere quante pagine e gruppi in suo sostegno sono state aperte in questo periodo.

giovedì 26 maggio 2011

Pisapia video divertente su Facebook e YouTube

Pisapia è il candidato di una sinistra estrema? Consegnerà le chiavi della città ai centri sociali pieni di facinorosi?? Quei geniacci del Terzo Segreto di Satira hanno fatto di nuovo centro su Facebook e YouTube con questo "Favoloso Mondo di Pisapie" nel quale prendono in giro le catastrofiche conseguenze che accadrebbero nel caso il prossimo ballottaggio lo vincesse lo stesso Pisapia. Il video satirico, suggeritoci da un lettore casuale del blog, che, per inciso, ha fatto benissimo a scriverci, sta riscuotendo tantissimi "Mi Piace" su entrambi i network, eccovelo qui riproposto:

martedì 24 maggio 2011

Statua Wojtyla a Stazione Termini: bruttissima!

Non c'è che dire, per una volta anche su Facebook sono tutti d'accordo: la statua di Karol Wojtyla donata dalla Fondazione Silvana Paolini Angelucci e posta a Piazza dei Cinquecento a Roma, il piazzale di Stazione Termini, non è piaciuta affatto. A parte le sembianze, che si discostano abbastanza dal volto di Papa Giovanni Paolo II, sembra che l'intera figura ricordi un grosso Vespasiano. Come infatti non paragonare la statua di Wojtyla ai celebri wc di cui Roma presenta ancora alcuni esemplari perfettamente conservati, dato che forma ed incavo sembrano fatti dallo stesso architetto??? Neppure all'Osservatore Romano sembra sia andato giù il monumento al compianto Papa, figuriamoci ai cittadini, che su Facebook avevano organizzato un evento (facebook.com/event.php?eid=227757860574658) per eliminare l'opera. Sempre sul network in blu è presente la pagina facebook.com/pages/Abbattere-la-statua-di-Papa-Giovanni-Paolo-II-alla-Stazione-Termini-di-Roma/155338257866387 i cui intenti non sono un mistero, mentre il gruppo di quelli che vogliono la rimozione forzata della statua a Wojtyla a stazione Termini è reperibile all'indirizzo facebook.com/group.php?gid=227577020591817.
Non c'è che dire, se Facebook avesse attivato il pulsante del "DisLike/Non Mi Piace", il relativo contatore sarebbe certamente impazzito ;)

mercoledì 18 maggio 2011

Bitcoin, nuovo fenomeno del web

Bitcoin? A giudicare dal nome si direbbe una specie di moneta, tipo i Facebook Credits che tanto stentano a decollare qui in Italia. Invece è un sistema monetario Peer-To-Peer decentralizzato che, non necessitando nè prevedendo un'autorità centrale, permette di creare moneta virtuale a chiunque e di scambiarla in modo totalmente anonimo. Inventato nel 2008 da tale Satoshi Nakamoto, è attualmente nell'occhio del ciclone perchè il suo funzionamento è al limite della legalità e si sta pensando di bloccarne sul nascere l'eventuale diffusione prima che sia troppo tardi e riesca a mettere in crisi il sistema finanziario globale. Un Bitcoin non è altro che un file criptato contenente sia la moneta virtuale in se stessa che le informazioni sul suo possessore. Il problema del Bitcoin è che si possono creare solo 21 milioni di BTC in totale, e tale numero potrebbe essere raggiunto nel giro di qualche anno dato che, allo stato attuale, ne circolano circa 6 milioni con un valore al cambio di quasi 8 dollari l'uno. Chiunque può creare Bitcoin, ma l'algoritmo di creazione richiede enorme potenza di calcolo cosicchè risulta impossibile stamparsi un proprio gruzzolo virtuale. Inoltre, appena create una moneta, tutti i Peer collegati vengono informati dell'avvenuta creazione aggiornando il proprio DB in locale. Altro problema, è che in caso di furto o smarrimento o ad avvenuta transazione, mancando un'autorità centrale preposta al controllo, il denaro è perso definitivamente. Se siete curiosi di provare Bitcoin CryptoCurrency prima che venga messo al bando, effettuate il download della beta del client disponibile per Windows, Linux e Mac OSX all'indirizzo bitcoin.org oppure su Facebook all'indirizzo facebook.com/bitcoins.
Ecco infine un video tratto da YouTube che spiega cosa sia Bitcoin e quali vantaggi presenta rispetto alle valute tradizionali.

lunedì 16 maggio 2011

Ken Shiro sigla con attori reali: su Facebook è mania!

E' indubbio che stia dilagando su Facebook la mania di rifare le sigle dei cartoni animati giapponesi anni '80 con personaggi/attori reali. Se vi era piaciuto Holly e Benji, la parodia a tutto calcio del cartoon che tanto ha riscosso successo qui in Italia, su FB gira anche questo Ken Shiro mix tra cartone manga e realtà: i personaggi sono vagamente comici, dato che alcune trovate che funzionano bene nei fumetti sono ridicole se trasposte nel mondo reale, ma visto il successo ed il numero di Mi Piace riscosso, eccovelo qui riproposto. Godetevi questo Ken Shiro, l'uomo dalle 7 stelle di Hokuto, in carne e (tante) ossa...

lunedì 9 maggio 2011

Sondaggio Nucleare in Italia, risultati

Online da alcune settimane, si è finalmente concluso il sondaggio su FB Login riguardante il parere dei lettori del blog sul nucleare. In particolare, è stato chiesto se fossero favorevoli, contrari oppure indifferenti all'uso dell'energia nucleare in Italia. I risultati, a senso unico, sono i seguenti: su 1909 voti totali al 7 maggio 2011, ben 1529 sono i contrari al nucleare (pari all'80% dei votanti), seguiti da 213 favorevoli all'atomo (pari all'11% del totale) e 167 indifferenti (pari all'8%). Anche se il referendum per bloccare il ritorno dell'Italia all'energia nucleare con tutta probabilità non si farà più, l'opinione comune è decisamente contraria e su Facebook continuano le campagne ed i gruppi per sensibilizzare i naviganti, soprattutto giovani, alle problematiche relative allo sfruttamento dei reattori per produrre energia elettrica ed ai pericoli intrinseci che ne derivano.

giovedì 5 maggio 2011

Le Iene, simboli rom-zingari per furti

Avete visto ieri sera il servizio delle Iene su Italia 1? Sembra proprio che i topi d'appartamento siano soliti segnare le case che visitano o già visitate con dei codici tutti particolari, riconducibili ad un eventuale alfabeto zingaro per facilitare l'eventuale furto o segnalare casi particolari. Su internet da anni circolano liste con i simboli rom-zingari per furti e vengono spesso ritenuti solo una bufala, eppure controllando citofoni, ascensori, inferriate o le porte stesse delle nostre case è possibile in qualche caso trovare corrispondenze tra quanto diffuso sulla rete (e ripreso dal servizio delle Iene di ieri sera) con quanto effettivamente c'è nelle abitazioni. Per chi se li fosse persi, nella foto a destra l'elenco dei simboli con relativa spiegazione. Sulla rete c'è una discreta corrispondenza con quanto presentato, eppure molti simboli non sono esattamente così, ad esempio la casa con allarme O12 spesso è un Oh, oppure il segnale di polizia/carabinieri contiene 3 o 4 linee intersecanti la barra dritta ed il simbolo del triangolo (buon posto o donna sola) può essere messo sottosopra, mentre i cerchi O e O# indicano sempre un furto sconsigliato. Voi che ne pensate? Dateci uno sguardo e se trovate tale simboli sulle vostre abitazioni cancellateli, anche se ritenete la segnaletica zingara una bufala, non si sa mai...

martedì 3 maggio 2011

Osama Bin Laden, login FB e dati a rischio

A poco più di 24 ore dalle notizie riguardanti Osama Bin Laden, è stato diffuso un allarme informatico generalizzato: cyber-criminali stanno sfruttando la viralità della notizia della morte del capo di Al Qaeda per allestire pagine su Facebook e su siti indipendenti con il solo scopo di rubare i dati di login a FB degli utenti che visitano quei siti. Già era successo un fenomeno simile in occasione delle recenti scomparse di Michael Jackson e per le nozze reali tra William e Kate, ma stavolta si sfruttano anche i link e le foto su Facebook per ingannare gli utenti e fargli fare click su collegamenti malevoli. Non solo la foto falsa di Osama Bin Laden (che già circolava da anni sia su Google Images che su Facebook stesso) ma anche altri lavori fatti ad hoc per acchiappare click. Non fate click su alcun link, nè aprite email contenente le ultime news su Bin Laden: i vostri dati sono a rischio!

lunedì 2 maggio 2011

Pippa Middleton lato B su Facebook: ci piace!

La protagonista del matrimonio del secolo tra William e Kate non è stata la principessa, ma sua sorella Pippa Middleton, vera sorpresa mediatica anche su Facebook. Oscurando il successo della neo-duchessa di Cambridge e delle altre donne coronate apparse alle Royal Wedding di venerdi scorso, dove le critiche non hanno risparmiato neppure lady Beckham con tanto di pancione, la bella Philippa Middleton (Pippa per i comuni mortali) ha raccolto fiumi di "Mi Piace" su Facebook nelle pagine a lei dedicate, anche grazie alle telecamere che hanno ripreso più volte il suo bellissimo lato B sia in bianco che, durante il party della sera, in verde. Tant'è che perfino il principino Harry s'è avveduto delle grazie della sorella di Kate e ha tentato l'approccio per buona parte della festa creando malumori nei rispettivi partner... Se gironzolate su Facebook, dopo il login, e digitate Pippa Middleton, potete avere un'idea di quanto il network in blu apprezzi le curve posteriori di Philippa (ma anche il suo bel faccino d'angelo) ed insidia, in quanto a popolarità, la stessa principessa neosposa di William.