venerdì 27 gennaio 2012

Timeline di Facebook obbligatoria

Le persone iscritte a Facebook criticano la Timeline perchè mostra commenti o foto del passato che molto spesso vorrebbero essere dimenticate. Ad affermarlo è lo stesso blog ufficiale (blog.facebook.com) del giocattolo di Mark Zuckerberg, che rincara la dose affermando che nelle prossime settimane il passaggio dalla pagina classica del profilo al nuovo diario di FB (conosciuto negli altri paesi come Facebook Timeline) sarà resa obbligatoria per tutti gli utenti, i quali però avranno 7 giorni di tempo per verificare la nuova interfaccia, impratichirsi con il cambiamento dei link e soprattutto cancellare foto o commenti che non vogliamo appaiano nella nostra storia della vita sul social network dei record. La data dell'obbligo del passaggio al nuovo Diario non è stata però comunicata in modo definitivo, anche se trovare parte degli utenti che usano una interfaccia e parte la Timeline non deve andare molto a genio a chi gestisce il network... Figuriamoci agli utenti che fanno login su FB, che però potranno sbizzarrirsi personalizzando il diario con le più belle cover per Timeline ;)

sabato 21 gennaio 2012

Facebook spinge la Timeline

Ricordate la vecchia schermata di login a Facebook, quella con la mappa del mondo ed i collegamenti tratteggiati tra gli avatar degli utenti? Ultimamente viene sostituita dalla presentazione del Diario di Facebook, o come viene sempre più spesso chiamata, dalla mitica Timeline. Ve la siete attivata? I passi necessari sono ben pochi, basta infatti effettuari il login al network in blu, quindi digitare nella barra degli indirizzi: facebook.com/about/timeline che vi porterà nella pagina di presentazione del nuovo diario, la pagina che per default sostituisce il profilo degli utenti e che è suddivisa in un header, contenente copertina, foto, informazioni personali ed amici, ed un corpo nel mezzo del quale scorre la linea del tempo e vede collegati tutti gli avvenimenti accaduti, i cambi di messaggi di stato, l'upload di foto ed eventuali Like avvenuti su Facebook. Insomma, tutta la vita mediatica del proprietario dell'account si presenta sotto i nostri occhi in modo cronologicamente ordinato: una vera chicca per gli internauti troppo spesso intrappolati nella vecchia interfaccia decisamente ostica, ma che presenta, ahimè, anche troppe informazioni. Consigliamo dunque di nascondere le notizie e gli eventi che non vogliamo rendere pubblici, e soprattutto personalizzare la nuova Facebook Timeline con una foto del profilo ed una copertina "a tema": sbizzarritevi pure! Se poi volete provare la Timeline sperando di poter tornare indietro alla vecchia interfaccia, leggete questo post sul nostro blog gemello FB Italia su come disattivare il Diario Timeline.

venerdì 20 gennaio 2012

Megaupload chiuso, Anonymous attacca

L'FBI ha chiuso nella serata di ieri giovedi 19 gennaio 2012 i popolari siti di file sharing e video streaming Megaupload e Megavideo, arrestando il fondatore Kim Schmitz insieme ad altre tre persone, mentre sono indagate altre 4 con l'accusa di pirateria digitale, estorsione, riciclaggio e di aver arrecato danni con la loro attività per oltre 500.000.000 di dollari in mancati introiti violando il copyright di materiali protetti. L'arresto del fondatore Schmitz è avvenuto in Nuova Zelanda subito dopo la giornata di scioperi sul web a causa della legge anti-pirateria attualmente in standby perchè limiterebbe fortemente la libertà online. Per rappresaglia, il gruppo di hacker Anonymous ha annunciato su Twitter l'operazione #OpMegaUpload e subito dopo è riuscita a mandare fuori servizio tramite i consueti attacchi Denial Of Service il sito del Dipartimento di Giustizia americano nonchè la Motion Picture Association Of America (MPAA), la Universal e la Recording Industry Association Of America (RIAA). Il problema di MegaUpload e MegaVideo è l'impossibilità nel controllare cosa condividono i milioni di utenti che lo utilizzano quotidianamente, cosicchè spesso e volentieri si finisce per caricare ed effettuare il download di materiale protetto dal copyright, come film, videogiochi, pdf e software protetto. Il sito riusciva a mantenersi con la pubblicità, i popup e banner che apparivano durante i tempi d'attesa nei download e soprattutto gli abbonamenti degli utenti, che pagavano per usufruire del servizio a piena velocità e senza nag-screen o codici captcha. Al momento, entrambi i siti sono chiusi e l'indirizzo IP segnalato da Google risulta essere un tentativo di phishing, quindi evitate anche le truffe su Facebook di quelle pagine che promettono di indirizzarvi su Megaupload: non funzionano!

giovedì 12 gennaio 2012

Madonna su Facebook svela il prossimo album

La popstar Madonna ha scelto proprio il social network Facebook per svelare il titolo del suo prossimo album, previsto per marzo 2012: si intitolerà MDNA, una specie di codice fiscale del nome d'arte di Miss Ciccone? A prescindere dalla scelta del titolo, Madonna ha raccolto sul social network in blu, in pochissimi minuti, più di 10.000 Like (ora il contatore è fermo ad oltre il doppio) dopo aver rivelato il titolo del prossimo album e mettendo così fine alle voci che giravano sul web e sugli stessi network sociali di presunte anteprime. Per chi volesse, la pagina ufficiale di Madonna su Facebook è visitabile, dopo il solito login a FB, digitando l'indirizzo facebook.com/madonna e può contare su 6 milioni 836 mila fans e link ai siti ufficiali madonna.com ed al canale YouTube della star italo-americana (youtube.com/madonna).